Banche: Draghi, priorità aumentare potenziale crescita

6 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Al fine di preservare la stabilità del sistema finanziario, la priorità oggi è adottare politiche che aumentino il potenziale di crescita dell’economia italiana”. Lo si legge dal testo scritto dal governatore della Banca d’Italia Mario Dragh, per la presentazione del primo rapporto di Bankitalia sulla stabilità finanziaria. “Di fronte alle forti tensioni che proprio in questi giorni colpiscono più paesi europei, è essenziale proseguire nelle politiche di consolidamento dei conti pubblici”. IL persistere degli squilibri di finanza pubblica nei Paesi avanzati, infatti, rischia di frenare gli investimenti, di alimentare timori di inflazione, di ampliare ancora i premi per il rischio sul debito sovrano. “Ne potrebbero derivare rialzi significativi dei tassi a medio e a lungo termine, con effetti negativi sulla ripresa e sui mercati dei capitali”. si legge ancora nel rapporto della Banca d’Italia. “In italia, come in altri Paesi dell’area dell’euro, la valutazione degli investitori circa la solidità delle maggiori banche risente delle tensioni sui titoli sovrani di alcuni Paesi. Gli indicatori di mercato e le misure di rischio sistemico mostrano tuttavia che gli effetti sulle nostre banche sono nel complesso contenuti”.