Banche deboli tranne Desio e Profilo, Unicredit sotto lente UBS

29 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ancora una sessione debole per il comparto bancario italiano, che non riesce ad uscire dalla spirale delle vendite, seppure moderate, di questi ultimi giorni. Limature anche per l’intero benchmark europeo, al momento tra i peggiori del Vecchio Continente. Le vendite interessano tutti gli istituti di credito quotati a Piazza Affari ad eccezione di Banco Desio, che mostra un buon rialzo dello 0,82%, e di Banca Profilo che però limita la risalita ad un +0,34%. Sul paniere principale la peggiore è invece il Banco Popolare . In luce Unicredit, finita sotto la lente di UBS. La banca d’affari ha tagliato il target price dell’istituto di Piazza Cordusio da 2 a 1,75 euro, mantenendo una raccomandazione a “neutral”.