Banche: cala la soddisfazione dei correntisti

19 Marzo 2021, di Alessandra Caparello

I correntisti italiani sono poco soddisfatti del loro rapporto con le banche. Così l’ultima indagine realizzata da Wall Street Italia in collaborazione con T-Voice, società che si occupa di opinion mining, sentiment analysis e topic discovery e sfrutta algoritmi di artificial intelligence supervisionati con l’obiettivo di offrire una panoramica precisa di opinioni e sentimenti condivisi tramite web e social network.

Le analisi sono state condotte su più di 6.000 testi in lingua italiana riguardanti il tema “rapporto correntisti / banche” presenti nel web e sui principali social network per il periodo che va dal 23 Febbraio al 9 Marzo 2021.
Tutti i risultati sono presentati al netto degli “off-topic”, ovvero senza considerare quei testi che non contengono il tema di interesse.

Quanto sono soddisfatti gli italiani del loro rapporto con le banche

Dall’analisi di T-Voice emerge che il livello di soddisfazione è molto basso con un punteggio di +3.85 rispetto ad un livello di massimo gradimento posto a +100. Il dato è in netta discesa rispetto alla precedente rilevazione secondo cui il livello di soddisfazione era a +34,41.

L’indagine prende a riferimento il Web Opinion Index che misura il livello di soddisfazione dei correntisti italiani con le proprie banche. L’indice varia da -100 a +100 e 0 rappresenta il valore soglia.
Valori maggiori di zero indicano soddisfazione. Valori minori di zero indicano insoddisfazione. 0-25 basso, 25-50 medio-basso, 50-75 medio-alto, 75-100 alto (in termini assoluti)

Banche, i temi più discussi sui social