Banca Mediolanum, il gestito supera i 300 milioni a febbraio. Doris: “Inizio d’anno da protagonisti”

7 Marzo 2019, di Alessandro Chiatto

L’ottima raccolta di febbraio, con 447 milioni, evidenzia ancora una volta la forte vocazione di Banca Mediolanum nei confronti del risparmio gestito, che ha superato nel mese i 300 milioni. Dopo un 2018 che ci ha visto al primo posto assoluto nella classifica italiana delle reti per raccolta gestita, anche questo inizio d’anno, ci vede protagonisti nel risparmio destinato agli investimenti, nonostante il collocamento dei nuovi contratti PIR sia ancora sospeso per questioni regolamentari”. Parola di Massimo Doris (nella foto), amministratore delegato di Banca Mediolanum, a corredo dei numeri di raccolta del mese di febbraio.

La raccolta netta totale di gruppo si attesta a 447 milioni di euro (680 milioni da inizio anno), di cui 304 milioni arrivano dal risparmio gestito. La raccolta in fondi e gestioni (OICR e unit-linked) si è attestata a 202 milioni.  “Ritengo che il 2018 sia stato un banco di prova importante – prosegue Doris – che ha fatto capire ai risparmiatori la complessità della gestione dei propri patrimoni. Ciò aggiunge ulteriore valore al servizio di grande qualità offerto dai Family Banker, i quali continuano a ricevere l’apprezzamento e la fiducia della nostra clientela”.