Banca Etruria chiude anno con risultato netto in rosso

17 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Banca Etruria chiude il 2009 con il risultato netto della gestione finanziaria a 216 mln di euro contro i 255,2 mln del 2008 (-15,4%), mentre il risultato netto di esercizio è pari a -10,7 mln di euro. Il margine d’interesse si attesta a 221,4 mln (-8,5%). Migliorano le commissioni nette a 90,6 mln con un incremento di 16,1 mln sul 2008 fornendo un contributo significativo al margine d’intermediazione che raggiunge a fine anno i 334,4 mln di euro (+8,0%). Confermata la crescita controllata dei crediti alla clientela che si attestano a 7,5 mld di euro (+5,1%). La raccolta diretta è pari a 7,8 mld di euro con un aumento significativo dell’attività di funding che complessivamente aumenta di 1,4 mld di euro (+22,8%). La crescita ha riguardato sia la componente di breve periodo (+15,7%) sia quella di medio lungo termine (+34,8%). Migliora anche la raccolta indiretta a 3,3 mld di euro (+10,9%) e si registra il progresso sia della raccolta gestita (262,5 mln di euro) che del risparmio assicurativo (+115,7 mln di euro). Positivi i risultati derivanti dai primi mesi di avvio del Piano Industriale 2009-11.