Banca dei Brics sfida Fmi: parte primo prestito in yuan

24 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il primo prestito emesso dalla nuova Banca per lo sviluppo dei Paesi Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) non sarà emesso in dollari bensì in yuan. Lo ha comunicato oggi il presidente Kundapur Vaman Kamath, specificando che la prima emissione è prevista per il prossimo aprile.

Inaugurata ufficialmente a inizio settimana, la Nuova Banca per lo Sviluppo, New Development Bank (NDB, ha sede a Shanghai. Considerata una sorta di anti del Fondo monetario internazionale, obiettivo della nuova istituzione è quella di assicurare stabilità economica ai Paesi Brics anche col finanziamento di progetti infrastrutturali, la nuova banca viene

La NDP è nata con un capitale iniziale di 50 miliardi di dollari, che raddoppierà nei prossimi anni. E i 5 paesi hanno anche deciso di dare vita a riserve per complessivi 100 miliardi, mirate a tamponare eventuali crisi finanziarie, come quella a cui è andata incontro la Russia nell’ultimo anno, a causa del crollo delle quotazioni del petrolio, che ha determinato un potente deprezzamento del rublo.