Banca centrale svizzera apre anche a Singapore

12 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ZURIGO (WSI) – Viene chiamata la ‘Svizzera d’Asia’ per la sua importanza come base per gestori di ricchi patrimoni. Mai soprannome fu più azzeccato. Ora l’hub finanziario di Singapore ospiterà infatti una rappresentanza della Banca nazionale svizzera, diventando la prima banca non asiatica ad essere operativa nella città stato.

L’obiettivo è quello di gestire nel miglior modo possibile i portafogli di asset denominati nelle valute della regione in via di Sviluppo. La decisione è una prova lampante della crescente importanza di Singapore nel settore del wealth management.

L’istituto di emissione elvetico aveva preannunciato il passo in dicembre, spiegando che intende in questo modo ottimizzare la gestione dei propri attivi in Asia e anche in Oceania. Gli uffici occupano sette persone.

Oltre ad occuparsi della gestione, il personale terrà d’occhio il mercato delle divise per poter intervenire qualora l’euro dovesse scendere al di sotto dalla soglia minima di 1,20 franchi. Finora tale compito era svolto a Zurigo in turni di notte.