Azioni europee: in quali settori investire?

10 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (ADVISE ONLY) – Le azioni USA sono sempre più vicine ai massimi e le obbligazioni su scala globale presentano scarse prospettive dovute al probabile ed imminente “tapering“, ovvero la diminuzione di liquidità immessa nel sistema da parte della Fed. In questo scenario le azioni europee restano una delle asset class più interessanti.

Un’asset class così ampia, però, deve essere analizzata in profondità, considerando i differenti settori che la costituiscono e le prospettive.

Nel grafico che proponiamo abbiamo considerato i dieci settori dell’indice azionario MSCI Europe (secondo la classificazione GICS) e li abbiamo analizzati in funzione di due grandezze:

  • le valutazioni, ossia il valore di mercato rispetto ai fondamentali, sintetizzati dal rapporto prezzo/utili (anche noto come “Price/Earnings” o P/E, che noi calcoliamo seguendo il metodo dei leggendari Graham & Dodd, cercando di “ripulire” il dato dal ciclo economico, oltre che tenendo conto delle differenze strutturali tra settore e settore);
  • il “momentum” vale a dire l’abbrivio del mercato, la sua forza inerziale, rappresentata dalle performance storiche a 12 mesi.

Si tratta del classico approccio “value & momentum“, fondato su un’ampia serie di evidenze empiriche: in media, gli investimenti con “momentum” positivo e buoni fondamentali rispetto al prezzo, hanno nel medio-lungo periodo performance migliori di altri.

Clicca per ingrandire

Le migliori valutazioni sono quelle dei settori Utilities ed Energy, che però soffrono di cattivo “momentum“. I settori più interessanti sono invece quelli che combinano solide valutazioni e “momentum” positivo: parliamo di Technology, Consumer Discretionary ed Health Care.

All’interno di tali settori quali sono i titoli con le migliori combinazioni di valutazioni e “momentum”, combinate con attese positive da parte degli analisti?

Nel settore Technology abbiamo SAP (DE0007164600) e Ingenico (FR0000125346), per quanto riguarda l’Health Care troviamo Meda (SE0000221723) e Sanofi (FR0000120578), mentre tra i Consumer Discretionary troviamo Reed Elesevier (NL0006144495) e SEB (FR0000121709).