Azionario: ecco quando il Toro batterà ritirata

1 Dicembre 2015, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Ancora un anno positivo, il 2016, per l’attuale fase rialzista del mercato azionario. E poi, dal 2017, meglio mettersi l’anima in pace: il mercato Toro batterà la ritirata.

Sono le previsioni degli analisti di Société Générale che, in una nota odierna, specificano che, con l’eccezione di Wall Street, il prossimo anno l’azionario mondiale riserverà ancora sorprese positive per chi volesse investire in questo asset grazie alle politiche espansive della Bce.

Discorso a parte, invece, per Wall Street, dove l’avvio della politica restrittiva della Fed, insieme alle elezioni del nuovo presidente degli Stati Uniti, alimentera’ volatilità’ sui mercati Usa e più in generale favorira’ le prese di profitto.

Dopo il 2016, la festa finira’ per tutti.

” Nel 2016 lo S&P 500 riuscira’ tutto sommato ad assorbire il rialzo del tassi  della Fed (il primo in nove anni) per finire l’anno con una crescita zero.(…) L’azionario europeo invece chiuderà l’anno in volata con l’Eurostoxx in rialzo sopra il 15%. […]Per quanto riguarda il mercato asiatico, quest’ultimo archivierà il 2016 con rendimenti complessivamente positivi sulla scia di un aumento previsto dei consumi interni ma anche delle esportazioni”.

Previsioni a tinte fosche invece per il 2018, anno in cui lo S&P dovrebbe attestarsi il 16% al di sotto rispetto ai livelli attuali. Nello stesso anno, la banca francese vede un calo medio del 10% per tutti i principali listini mondiali (vedi tabella sotto).