Azionario Asia: ripresa grazie a utili societari e dati Usa

di Redazione Wall Street Italia
25 Aprile 2012 08:07

Bangkok – Listini asiatici in rialzo. Dagli Stati Uniti arrivano segnali incoraggianti, dalla forza degli utili societari e dai miglioramenti visti nel settore immobiliare. La buona domanda del debito dei paesi della periferia Europa aiuta a sostenere il sentiment positivo. Euro a $1,3193.

Intanto cresce l’attesa per l’annuncio in giornata della Federal Reserve, sui risultati del meeting incominciato ieri. Si spera sulla possibilità di un nuovo programma di acquisti, un Quantitative Easing 3, che porterebbe in rialzo l’azionario e stimolerebbe l’appetito per il rischio.

Deprezzamento dello yen giapponese, sulle voci che la Bank of Japan potrebbe introdurre nuove misure monetarie accomodanti per stimolare la ripresa economica. L’annuncio è atteso per venerdì 27, quando la BOJ ufficializzerà le stime sulla crescita dei prezzi. La media degli analisti intervistati da Bloomberg attendono un aumento del programma di acquisti di JPY 5-10 trilioni.

Grazie al miglioramento del sentiment, l’indice Nikkei della Borsa di Tokyo riesce a riprendersi l’importante livello dei 9.500 punti, perso in questi giorni a causa dei sell generalizzati. Chiusura +92,97 punti (+0,98%) a 9.561,01.

Kospi di Seul in rosso, nonostante il dato sulla fiducia dei consumatori, salito a 104 ad aprile, rispetto ai 101 di marzo.

Sorprendono in positivo i conti Apple. Risultati superiori alle stime degli analisti. Domanda di iPhone superiore del previsto, grazie alla forte crescita del mercato cinese, dove le vendite quintuplicano. Il titolo vola nel dopoborsa.

Poteva fare meglio invece Facebook, in attesa dell’Ipo. Rassicura comunque il forte aumento degli utenti registrati, che superano i 900 milioni.

Asia: indice Dow Jones Asian Titans in leggero rialzo (+0,18%). Nikkei (+0,98%), Seul (-0,07%), Hong Kong (-0,16%), Shanghai (+0,52%), Singapore (-0,10%). Australia e Nuova Zelanda chiuse.

Commodities: Wti ($103,66, +0,11%), Brent ($118,34, +0,15%), oro ($1.642,00, -0,11%), argento ($30,76, +0,05%), rame ($3,6695, -0,08%).

Valutario: Euro contro il dollaro a $1,3193 (-0,01%), contro lo yen giapponese a ¥107,36 (+0,07%), contro il franco svizzero a CHF 1,2017 (+0,05%), contro la sterlina a GBP 0,8176 (+0,05%). Dollaro/yen a ¥81,37 (+0,10%).

Futures sull’indice S&P500 in rialzo di 5,25 punti (+0,38%) a 1.375,25. Rendimenti dei Treasury a 10 anni all’1,966%.

“Si assiste a una ripresa degli utili societari, sia negli Stati Uniti, sia in Giappone, e questo al momento sta dando la spinta ai mercati”, ha detto a Bloomberg Hiroichi Nishi, esperto azionario per SMBC Nikko Securities a Tokyo. “L’economia Usa conferma il percorso di ripresa”.