Autonomy festeggia a Londra trimestre migliore del previsto

19 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Utili e ricavi in forte crescita per Autonomy, che solo ad inizio ottobre aveva aveva lanciato un allarme ricavi a causa dell’imprevedibilità dei tempi di evasione degli ordini da parte dei clienti. Il produttore britannico di software aziendali ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 44,8 mln di dollari, in crescita del 22% rispetto ai 36,8 mln dello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi segnano invece un balzo del 9,9% portandosi a 210,6 mln di dollari. “Ad essere sinceri non abbiamo osservato nessun indebolimento della domanda, che ha continuato a crescere fino alla fine del trimestre nonostante l’imprevedibilità. Anzi, alcuni degli ordini ancora inevasi sono stati nel frattempo chiusi”, ha affermato il CEO Mike Lynch, ammettendo di aver diffuso un outlook molto conservativo per mettere in conto l’eventuale persistere della volatilità dei mercati. Gli investitori premiano i conti di Autonomy, risultati un po’ a sorpresa migliori delle aspettative societarie. I titoli del gruppo viaggiano a Londra con un guadagno del 2,61%.