AUTO: FORD CON DAEWOO PUNTA A ESSERE IL NUMERO UNO

29 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Ford (F) e’ rimasta sola nella corsa per l’acquisto di Daewoo. Il comitato governativo incaricato di curare la cessione della societa’ coreana, alle prese con una drammatica situazione debitoria, ha fatto sapere che inizieranno al piu’ presto i colloqui per portare a termine l’operazione, valutata $6,9 miliardi.

Le trattative si presentano particolarmente complesse: sul tavolo ci sono da risolvere i problemi con le banche spazientite, con i sindacati dei lavoratori sul piede di sciopero e quindi pensare al rilancio del marchio.

Ford, il secondo produttore mondiale di autoveicoli, e’ decisa cosi’ a proseguire nella sua veloce strategia di espansione che negli ultimi anni ha portato all’acquisto dei marchi Volvo Cars, Mazda, Lincoln, Mercury, Jaguar.

Il boccone coreano rischia tuttavia di essere indigesto anche per il gigante di Detroit. A Wall Street molti analisti sono convinti che il prezzo da pagare per l’acquisizione sia spropositato, soprattutto in considerazione del fatto che Daewoo ha nelle proprie casse un buco di $16.000 miliardi.

I vertici Ford non sembrano comunque spaventati e guardano all’imminente conquista del promettente mercato coreano e agli ultamoderni impianti di produzione Daewoo nell’Europa dell’Est, una delle ultime aree geografiche dove il comparto automobilistico e’ ancora in forte espansione.

La scommessa piace ai mercati e il titolo Ford, in controtendenza con l’andamento di giornata, e’ in rialzo di quasi il 3%.