ATTACCO USA: IL TERRORISMO OLTRE BIN LADEN

18 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

“La guerra contro il terrorismo non finira’ con bin Laden – ha dichiarato il segretario alla difesa americano Donald H. Rumsfeld, esprimendo il dubbio che la resa del terrorista Osama bin Laden, principale sospettato dell’attacco in cui hanno perso la vita migliaia di persone, non sia sufficiente ad allontanare l’incubo del terrorismo.

“Anche se bin Laden non dovesse piu’ esserci, ne’ agire o comandare, l’organizzazione
proseguira’, di certo non fermera’ i suoi progetti ne’ gli intenti terroristici. E’ chiaro che il problema va ben oltre la figura di bin Laden.”

Dunque, bin Laden e’ certamente uno dei motori e dei leader del terrorismo non “il terrorismo” e la lotta contro questa organizzazione sotterranea non finisce con lui.

La gente di solito ha bisogno di un capro espiatorio, di punire un “diavolo”, perche’torni il sereno negli animi e la fiducia nel futuro e nella giustizia.

Purtroppo la realta’ e’ molto lontana dall’essere cosi’.