Atlantia, assemblea delibera buy back

14 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’Assemblea dei soci, di Atlantia revocata per la parte non eseguita la precedente delega del 23 aprile 2009 per l’acquisto di azioni proprie, ne ha conferita una nuova autorizzando l’acquisto in Borsa, ai sensi di legge, di massime n. 57.171.000 azioni proprie, entro i prossimi 18 mesi, ivi comprese le numero 11.476.616 azioni proprie che la Società ha acquistato e non ancora alienato alla data odierna in esecuzione di precedenti delibere assembleari. Lo si legge in una nota della società. La deliberazione prevede che l’acquisto di azioni proprie sia finalizzato ad intervenire in funzione di stabilizzazione del corso del titolo Atlantia in presenza di oscillazioni delle quotazioni che riflettano andamenti anomali del titolo stesso, anche legati a un eccesso di volatilità o di scarsa liquidità negli scambi, ovvero a collocamenti di azioni da parte di azionisti aventi l’effetto di incidere sul corso del titolo o, più in generale, a contingenti situazioni di mercato, con possibilità di utilizzare le azioni proprie per operazioni di permuta o conferimento o anche al servizio di operazioni di carattere straordinario sul capitale od operazioni di finanziamento che implichino l’assegnazione o disposizione di azioni proprie. Il prezzo di acquisto delle azioni proprie non potrà essere inferiore nel minimo del 20% e non superiore nel massimo del 20% rispetto al prezzo di riferimento delle azioni Atlantia registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente ogni singola operazione. La deliberazione autorizza il Consiglio di Amministrazione a stabilire i criteri di determinazione di volta in volta del prezzo di cessione e/o delle modalità, termini e condizioni di impiego delle azioni proprie, avuto riguardo delle modalità realizzative in concreto impiegate, dell’andamento delle quotazioni nel periodo precedente l’operazione e del migliore interesse della società. Allo scopo, mediante prelevamento dalla Riserva straordinaria, è stato approvato lo stanziamento di 1.250 milioni di euro alla Riserva per acquisto di azioni proprie. L’Assemblea dei soci ha determinato in quindici il numero di componenti del Consiglio di Amministrazione, fissando la durata in carica del nuovo Consiglio di Amministrazione per 3 esercizi sociali.