Asta Spagna: tasso bond a 10 anni balza oltre il 6%

7 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – La Spagna ha collocato 611 milioni di euro di titoli di stato decennali, con scadenza nel gennaio del 2022, al 6,044%, in crescita rispetto al 5,743% del collocamento precedente. Superata dunque la soglia del 6% anche sul mercato primario. Bid to cover 3,29, rispetto al 2,42 precedente.

Emessi anche 825 milioni di euro di bond a ottobre nel 2016 al 5,353%, in rialzo rispetto al tasso dell’ultima asta, pari al 4,319%. Bid to cover in lieve rialzo, dal precedente 2,46 al 2,56.

Madrid ha collocato infine 638 milioni di euro di bond con scadenza nell’ottobre del 2014 al 4,335%, rispetto al precedente 3,463%. Bid to cover 4,26, in crescita rispetto al 3,28 dell’ultimo collocamento.

Contestualmente, comunicato l’esito anche dell’ asta francese..
Parigi ha collocato 7,84 miliardi di euro di titoli di stato, dunque nella parte alta del target previsto, pari a 7-8 miliardi di euro.

Venduti 3,48 miliardi di euro di titoli di stato con scadenza nell’aprile del 2022 al 2,46%, in flessione rispetto al 2,96% del collocamento del 3 maggio.

Collocati anche 1,961 miliardi di euro di titoli con scadenza nell’aprile del 2026, a un tasso medio del 2,90%, e emessi 685 milioni di euro di titoli con scadenza nel 2060, a un tasso medio del 3,27%. Da segnalare la curiosità che chiama in causa l’Italia: nell’ultima asta il tasso dei bond con scadenza nel 2022, ovvero BTP a 10 anni si è attestato al 5,84%, rispetto al 5,24% precedente, attestandosi al massimo dal mese di gennaio. Tale tasso è dunque più alto di quello che i francesi pagano sui titoli di stato con scadenza nel 2060, dunque a 48 anni.

Infine, la Francia ha venduto 1,710 miliardi di euro di bond con scadenza nell’aprile del 2019, a un tasso medio dell’1,92%.