Assogestioni: a giugno patrimonio del gestito tocca nuovo record storico

24 Luglio 2019, di Alessandra Caparello

Nuovo record a giugno per l’industria del risparmio gestito. Secondo la mappa mensile (leggi il documento completo) resa nota da Assogestioni nel mese scorso si registrano 2.195 miliardi di euro di patrimonio e una raccolta netta pari a 1,5 miliardi di euro, grazie soprattutto all’apporto dei fondi aperti (+2,2mld).

Le gestioni di portafoglio registrano invece deflussi per -759 milioni, mentre le sottoscrizioni nette del sistema da inizio anno superano i +47 miliardi. Per effetto della gestione e dell’andamento dei mercati , il patrimonio gestito tocca un nuovo record storico, superando i 2.195 miliardi di euro. Il 51% degli AUM,  pari a 1.112 mld, dice Assogestioni, è investito nelle gestioni di portafoglio mentre il restante 49%, circa 1.083 mld, è impiegato nelle gestioni collettive.
Tra i fondi aperti, le preferenze dei risparmiatori italiani nel mese di giugno si sono concentrate sugli obbligazionari (+1,2mld), seguite dai monetari (+963mln), flessibili (+345mln) e bilanciati (+193mln). Segna rosso il saldo dei mandati retail (-119 mln dopo -392 mln), e quello degli istituzionali (-640 mln dopo -2,8 mld).

Tra le singole società di gestione si segnalano il Gruppo Generali (raccolta netta a -119,3 mln euro, patrimonio gestito a 504 mld euro, +23,6%),  gruppo Intesa Sanpaolo con Eurizon e Fideuram (raccolta netta a 2408,3 mln, patrimonio gestito a 400 mld, +18,8%), Amundi (raccolta netta a -707,0 mln, patrimonio gestito a 190 mld, +8,9%), e Anima Holding (raccolta netta a -75,9 mln, patrimonio gestito a 180,619 mld, +8,5%).

“Il mese di giugno conferma la nostra leadership sul mercato e la proficua collaborazione con il Gruppo Intesa Sanpaolo e le reti di vendita. Grazie al livello di servizio che insieme riusciamo a fornire e alla qualità delle nostre soluzioni di investimento, sia la clientela retail che quella istituzionale continuano a scegliere i nostri prodotti. I risultati rilevanti dei fondi e anche delle gestioni di portafoglio istituzionali testimoniano la nostra vocazione a studiare un’offerta in continua evoluzione in risposta alle esigenze di tutte le tipologie di risparmiatori” ha chiarito Massimo Mazzini, responsabile marketing e sviluppo commerciale di Eurizon (gruppo Intesa Sanpaolo) che a giugno è risultata la prima società di gestione per raccolta netta nel mese con 2.476 milioni di euro.