Assicurazioni: italiani sempre più soddisfatti delle loro compagnie

30 Giugno 2021, di Alessandra Caparello

Assicurazioni: italiani sempre più soddisfatti delle loro compagnie

Componente essenziale della pianificazione finanziaria di una famiglia o di un’azienda, stipulando un’assicurazione si aiutano individui e imprese a risollevarsi quando un evento imprevedibile colpisce i beni, il patrimonio o la vita di una persona.

Gli italiani sono sempre più soddisfatti della propria compagnia assicurativa come emerge dall’ultima indagine realizzata da Wall Street Italia con T-Voice si occupa di opinion mining, sentiment analysis e topic discovery e sfrutta algoritmi di artificial intelligence supervisionati con l’obiettivo di offrire una panoramica precisa di opinioni e sentimenti condivisi tramite web e social network.

Le analisi sulle assicurazioni sono state condotte su più di 9.000 testi in lingua italiana riguardanti il tema “rapporto assicurati / assicurazioni” presenti nel web e sui principali social network per il periodo che va dal 17 Maggio al 16 Giugno 2021.

Tutti i risultati sono presentati al netto degli “off-topic”, ovvero senza considerare quei testi che non contengono il tema di interesse.

Assicurazioni: quanto sono soddisfatti gli italiani

Nel dettaglio l’indagine ha misurato il Web Opinion Index che misura il livello di soddisfazione degli assicurati italiani con le proprie compagnie assicurative e che segna 42,8 su un punteggio massimo di 100, in progressiva crescita rispetta alla precedente rilevazione.

Il Web Opinion Index varia da -100 a +100 e 0 rappresenta il valore soglia. Valori maggiori di zero indicano soddisfazione. Valori minori di zero indicano insoddisfazione. 0-25 basso, 25-50 medio-basso, 50-75 medio-alto, 75-100 alto (in termini assoluti).

Polizze vita sottoscritte per la prima volta in piena pandemia

Il dato rilevato si inserisce in una tendenza più ampia a favore delle coperture assicurative. Tra le varie conseguenze indotte dalla pandemia troviamo i nuovi timori generati tanto che più di 7 italiani su 10, pari a oltre 30,7 milioni di individui, hanno dichiarato di aver sviluppato paure che non avevano prima. Così emerge da una recente indagine che Facile.it ha commissionato agli istituti di ricerca mUp Research e Norstat e realizzata su un campione rappresentativo della popolazione nazionale adulta.

Dall’indagine risulta che per tutelarsi dalle incognite legate allo scoppio della pandemia, sono molti gli italiani che, nel corso del 2020, hanno deciso di stipulare una copertura assicurativa.

Nello specifico, più di 4 milioni di individui hanno dichiarato di aver sottoscritto o rinnovato una polizza vita e tra questi, oltre 750.000 rispondenti lo hanno fatto per la prima volta in assoluto.
Più di mezzo milione (546.038, 3,1%), invece, gli intervistati che non avevano mai sottoscritto una polizza infortuni/sanitaria/malattia e che l’hanno fatto per la prima volta nel corso dell’ultimo anno; tra i rispondenti con un’età compresa fra i 70 e i 74 anni il valore risulta essere addirittura il doppio (6,8%).