Arthur D. Little: mantenere una solida cultura dell’innovazione durante un periodo di recession

3 Giugno 2008, di Redazione Wall Street Italia

In presenza di un grado di speculazione circa un rallentamento dell’economia forte abbastanza da far arenare completamente alcuni dipartimenti di Ricerca e Sviluppo di società, il nuovo rapporto reso noto oggi da Arthur D. Little avvisa le aziende sul fatto che anche in tempi duri, la capacità legata all’innovazione non dovrebbe essere il primo settore ad essere compito da tagli dei costi. Il rapporto esorta a concentrarsi nuovamente su e a coltivare una “Cultura dell’innovazione” come strumento pratico che garantisca alle aziende di trarre più rapidamente vantaggio dai loro sforzi compiuti nell’ambito dell’innovazione e di gestire i loro investimenti in modo saggio nel corso della recessione economica.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Arthur D. LittleRick EagarTel: 0870 336 [email protected] Communications per Arthur D. LittleSue Glanville/ Maita SoukupTel: +44 (0)208 971 6423 / [email protected]@saycomms.co.uk