Arena, sottoscritto accordo con Solagrital

5 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Arena Agroindustrie Alimentari ha sottoscritto, unitamente alle sue controllate Co.Dis.Al. e Arena Alimentari Freschi, un accordo quadro con Solagrital Società Cooperativa. L’Accordo, che si inserisce nell’ambito della prevista patrimonializzazione di Arena e nel contesto della complessiva operazione comunicata al mercato in data 22 ottobre 2010 e 1 novembre 2010 (in merito si ricorda che le parti si sono obbligate, entro domani venerdì 5 novembre 2010, a sottoscrivere il contratto definitivo di trasferimento delle quote di Agrinvest), prevede misure di carattere patrimoniale, economico e finanziario, ha spiegato Arena in una nota diffusa ieri in tarda serata. In particolare, Arena si è impegnata ad effettuare un nuovo aumento di capitale (le cui modalità tecniche sono ancora in corso di definizione tra le parti e che potrà essere deliberato anche dal Consiglio di Amministrazione in esecuzione della delega conferita dall’Assemblea degli Azionisti di Arena del 30 giugno 2007), da offrire in opzione a tutti i Soci, per un importo di almeno Euro 45 milioni, in relazione al quale JP Morgan, Logint (detenuta attraverso Agria Holding da Agrinvest) e Solagrital dovrebbero garantire, sulla base di un criterio proporzionale di 1/3 ciascuno, la sottoscrizione di un importo complessivo almeno pari ad Euro 45 milioni dell’Aumento di Capitale, mediante conversione di crediti di diversa natura dagli stessi vantati nei confronti del Gruppo Arena. A tal riguardo, nell’ambito dell’Accordo, Solagrital si è impegnata a garantire la sottoscrizione dell’Aumento di Capitale per il suddetto importo massimo pari ad Euro 15 milioni), mediante conversione di crediti e sotto alcune condizioni. Logint, ha già manifestato la volontà di sottoscrivere un aumento di capitale di Arena fino ad un massimo di Euro 15 milioni, a condizione che Solagrital e JP Morgan sottoscrivano un importo equivalente e si ottenga, ove necessario, il rilascio dell’esenzione OPA.