ANTEPRIMA SUI MERCATI: È INIZIATA LA CORREZIONE?

11 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

È INIZIATA LA CORREZIONE?

A cura di: Maurizio Milano, resp. analisi tecnica Gruppo Banca Sella – www.analisitecnica.net

Seduta molto negativa per il Nasdaq C., che chiude sui minimi a 2533 (-1,65%). Da inizio anno l’indice è salito al test della resistenza chiave in area 2470-2500, per poi subire un veloce movimento correttivo verso l’area di supporto 2270-2300 e riportarsi quindi verso i massimi. L’indice si è arrestato sulla resistenza in area 2560/95 (max 2580), dove sono scattate le prime significative prese di beneficio. Il trend primario rimane rialzista ma è probabile che inizi una fase correttiva, di consolidamento: ulteriore perdita di spinta sotto 2510, con possibili discese verso 2450 ed estensioni verso il supporto critico in area 2395-2430, dove dovrebbero comunque tornare gli acquisti. Nuovo segnale rialzista sopra 2.595 (prematuro), con primo obiettivo 2700.
Alleggerire.
Volatilità. Vxn 17,83: in rialzo verso la resistenza a 18.

Seduta negativa per il Dow Jones Ind., che chiude sui minimi a 13215 (-1,11%). Dopo avere raggiunto la resistenza a 12750, si è verificato un brusco movimento correttivo verso il supporto a 11980 seguito da un robusto rally che ha portato l’indice a toccare un nuovo massimo storico a 13369. Il trend primario rimane rialzista ma è probabile che inizi una fase correttiva, di consolidamento, prima di ulteriori salite: sono ora probabili ritracciamenti verso 13000 e, sotto tale livello, a testare il supporto a 12750. Un segnale di maggiore debolezza per le settimane a venire si avrebbe solo in caso di ritorno sotto 12350 (improbabile).
Alleggerire.

Seduta molto negativa per l’S&P’s 500, che chiude sui minimi a 1491 (-1,40%). L’indice ha raggiunto l’obiettivo a quota 1500 (max 1514), prossimo al massimo storico del 24 marzo 2000 a 1553. Sembra che l’indice non riesca a fare uno strappo in tale direzione, e sono quindi possibili ritracciamenti verso il supporto a 1460, con estensioni verso 1430. Un segnale chiaro di debolezza si avrebbe solamente in caso di discese al di sotto di tale livello, ancora poco probabile. Il trend primario rimane rialzista, ma è probabile una fase di consolidamento e riaccumulazione prima di ulteriori salite.
Alleggerire.
Volatilità. Vix: 13,60, in rialzo verso la resistenza in area 14,00/50.

Seduta negativa per il DJ EuroStoxx 50, che chiude sui minimi a 4392 (-0,75%). Il rally iniziato a metà marzo ha portato l’indice a toccare un nuovo picco per l’anno a 4453, molto prossimo all’obiettivo in area 4500/20. La perdita di spinta delle ultime sedute fa pensare all’inizio di una fase correttiva, di consolidamento, con obiettivo il supporto in area 4275-4300. Maggiore debolezza solo sotto tale supporto, con obiettivo il supporto a 4200, dove dovrebbero comunque tornare gli acquisti. Un segnale negativo per le settimane a venire si avrebbe solo sotto tale livello, con conferma sotto 4100 (improbabile). Il trend primario rimane rialzista, ma è probabile una fase di consolidamento e riaccumulazione prima di ulteriori salite.
Alleggerire.