Anche Harvard consiglia di accumulare posizioni cash

23 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Harvard è alla ricerca di investment manager con esperienza di venditori allo scoperto. La famosa università americana che può contare sul più ricco fondo accademico, ben 37,6 miliardi di dollari, si sta infatti facendo molto cauta vista l’instabilità dei mercati finanziari, scrive il Financial Times.

Posizione rafforzata dall’ultima relazione finanziaria annuale, che ha visto un ritorno di appena 5,8% dagli investimenti. Certo, meglio delle previsioni che davano un 5,6%, ma inferiore a quello di altre università Usa come il MIT che ha registrato un 13,2%. Insomma, ora Harvard preferisce aumentare la quantità di cash posseduto dato lo stato dei mercati definiti “scivolosi”.

“Stiamo procedendo con cautela con i nostri investimenti”, ha scritto nel report il CEO della Harvard Management Company, Stephen Blyth, statistico di origine britannica che ha sostituito l’anno scorso Jane Mendillo, dopo che questi aveva dato le dimissioni per non aver saputo mantenere i conti di Harvard al passo con quelle di altre Ivy League.

Ci si aspetta ora di vedere quale sarà la prossima mossa dell’università. Istituti universitari che gestiscono grandi fondi come appunto come Harvard o Yale vengono spesso presi ad esempio come pionieri di nuove teorie sull’asset allocation o il management del portafoglio.

(Cba)