Ance: edilizia in crisi profonda, tornati indietro di 15 anni

14 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Per il settore dell’edilizia non c’è alcun segnale di ripresa: anzi la cisi è ancora profonda. A lanciare l’allarme il presidente dell’Ance, l’associazione nazionale dei costruttori edili, Paolo Buzzetti, nella sua relazione all’assemblea annuale. Buzzetti non fa mistero dei suoi timori affermando che in tre anni il settore è tornato indietro di 15 anni. “Se il 2009 è stato il nostro ‘annus horribilis’ – ha detto Buzzetti – il 2010 non sarà ricordato come quello della svolta. Anzi. Alla fine dell’anno in corso avremo perso, rispetto al 2008, il 17% in termini di investimenti, calo che nel comparto delle nuove abitazioni supererà il 30%. Il settore in appena tre anni è tornato indietro di 15 anni: siamo ai livelli di metà degli anni ’90. La crisi ha espulso dal mercato più di 200.000 lavoratori”. “Ma i nostri operai che restano a casa non fanno notizia come quelli di una fabbrica che chiude.” ha detto Buzzetti.