Analisi Oro: Prospettive rialziste nel breve termine

18 Marzo 2022, di Gianmarco Carriol

La crisi in corso in Ucraina continua ad alimentare la volatilità nel mercato dell’oro con l’indicatore di volatilità Average True Range a 14 giorni salito ai massimi degli ultimi 18 mesi. I colloqui tra Russia e Ucraina continuano, ma con pochi punti in comune visti finora, la volatilità dovrebbe rimanere elevata nel prossimo futuro, lasciando il prezzo dell’oro vulnerabile a ulteriori forti oscillazioni. I trader devono tenere conto dei livelli di volatilità prima di entrare in qualsiasi operazione, in particolare i trader a breve termine con il fine settimana in arrivo.

L’oro risulta apparentemente bloccato al di sotto della media mobile semplice a 20 giorni per la prima volta in cinque settimane. L’oro ha testato e rifiutato la media mobile ieri intorno a $1.950/oncia e questo sembra destinato a rimanere un limite di prezzo a breve termine durante la sessione odierna.

Grafico giornaliero oro – 18 Marzo 2022

Grafico giornaliero XAU/USD - Tradingview

 

Secondo gli analisti di Wall Street Italia il grafico suggerisce che l’oro probabilmente lotterà per riconquistare il recente picco massimo a $2.070/oncia. Il recente crollo di $200 è stato solo parzialmente ripercorso e sembra, al momento, un lieve ritraccio rialzista all’interno di una più profonda mossa del mercato ribassista. Salvo qualsiasi escalation tra Russia e Ucraina, da $1.960/oncia a $ 1.966/oncia, la zona composta da due massimi uno del novembre 2020 e l’altro di gennaio 2021, dovrebbe fungere da prossima zona di resistenza se dovesse essere violata la media mobile di 20 giorni.

I dati dei piccoli trader mostrano che il 75,72% dei trader è net-long mentre il rapporto tra i trader long e short è passato da 3,12 a 1. Il numero di trader net-long è inferiore dello 0,17% rispetto a ieri e del 4,58% in più rispetto alla scorsa settimana, mentre il net-short dei trader è dell’8,37% in più rispetto a ieri e dell’11,78% in meno rispetto alla scorsa settimana.

Di solito prendiamo una visione contrarian per il sentiment di mercato e il fatto che i trader siano net-long suggerisce che i prezzi dell’oro potrebbero continuare a scendere. Il posizionamento è meno orientato al long rispetto a ieri ma maggiore rispetto alla scorsa settimana. La combinazione del sentiment attuale e dei recenti cambiamenti internazionali ci dà una trading bias non chiara.