Allarme bombe invisibili, negli aereoporti di Londra è fobia

4 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – I terroristi starebbero per utilizzare nuove bombe invisibili nei computer portatili e persino negli esseri umani per abbattere aerei passeggeri.

È il Telegraph a riportare la notizia e ora la sicurezza aeroportuale sarebbe aumentata in tutto il Regno Unito, negli Stati Uniti e in altri paesi.

La paura maggiore sarebbe nel fatto che esperti di al-Qaeda avrebbero progettato con successo un nuovo esplosivo in grado di bypassare i controlli attuali e si crede che questo sia destinato ai migliaia di jihadisti occidentali che combattono in Siria e in Iraq come aspiranti attentatori suicidi.

Un altro problema, all’interno degli aeroporti, è che ora si pone la prospettiva di un’estate di ritardi e caos per i turisti, con lunghe code.
Il Primo Ministro inglese, David Cameron, ha dichiarato che la sicurezza dei passeggeri “deve venire prima di tutto”, mentre Nick Clegg, il vice premier, ha avvertito i viaggiatori che questo nuovo tipo di controlli andranno avanti anche in futuro.

Non è chiaro se si tratti di un elemento elettronico, come un computer portatile, o un esplosivo liquido o addirittura di un qualcosa impiantato chirurgicamente in un bombardiere. A Heathrow però ai passeggeri è stato chiesto di avviare i propri computer portatili, telefoni cellulari e altri dispositivi elettronici mentre passavano attraverso la sicurezza.
Scarpe e cinture poi vengono rimosse e i viaggiatori sono oggetti ad una perquisizione fisica “vigorosa”.

Cameron ha inoltre dichiarato: “Prendiamo queste decisioni guardando le prove davanti a noi e lavorando con i nostri partner. Si tratta di un qualcosa che abbiamo discusso con gli americani e quello che abbiamo fatto è mettere in atto alcune precauzioni extra e controlli supplementari”.

Molti dei passeggeri però non sono contenti, anzi: “Ho visto una donna essere trattata davvero male. L’hanno spintonata, facendole quasi perdere l’equilibrio”, e anche: “Vengono controllati iPhone e cose del genere, ma si viene anche perquisiti in un modo quasi inquietante”.