Alitalia, “questa è l’ultima possibilità per salvarla”

20 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Prende ufficialmente il via la nuova vita di Alitalia sotto le ali di Ethiad. “Sarà la compagnia più sexy” ha promesso il vice presidente della nuova aviolinea e numero uno di Etihad James Hogan, che ha ribadito il messaggio già lanciato ad agosto. “Non ci saremmo mai avventurati in questa iniziativa – ha aggiunto – se non avessimo avuto l’obiettivo della redditività”.

Il piano industriale di Alitalia prevede infatti di portare l’azienda in utile già nel 2017, anno in cui è previsto un profitto intorno ai 100 milioni.

“Questa è l’ultima possibilità di salvare l’Alitalia. Il gruppo va molto male e finora è stato gestito come una società pubblica. Ora serve un cambiamento radicale del modo di lavorare, per abbassare i costi e aumentare la produttività”, ha aggiunto Hogan.

Davanti ai giornalisti, il numero uno di Ethiad ha voluto ribadire che l’impegno dell’azienda è con un ampio orizzonte temporale: “Siamo investitori a lungo termine, non siamo qui per un mordi e fuggi” ha continuato Hogan che tuttavia ha tenuto a specificare: “Ma non siamo una banca – ha avvertito – negli Emirati non esistono sovvenzioni a fondo perduto”.

Per quanto riguarda i piani di espansione, l’a.d. di Alitalia Silvano Cassano ha annunciato “nuove rotte e più frequenze” per la nuova Alitalia, aggiungendo che Nord America e Asia sono “i punti focali del nostro sviluppo”. “Faremo tutti gli investimenti necessari – ha aggiunto – per dare al cliente un servizio a cinque stelle”. (mt)