Alitalia: al via da oggi manifestazioni di interesse, ecco i candidati più papabili

7 Agosto 2017, di Mariangela Tessa

Al via da oggi la “fase due” della procedura di vendita di Alitalia. Il bando pubblicato nei giorni scorsi sui giornali stabilisce che, dal 7 agosto alla mezzanotte del 15 settembre potranno essere presentate le manifestazioni di interesse.

Dopodiché, entro 10 giorni lavorativi, i commissari straordinari comunicheranno ai soggetti in possesso dei requisiti richiesti l’ammissione alla procedura, trasmettendo apposita lettera che regolerà anche l’ammissione alla data room.

Il termine ultimo per la presentazione delle offerte vincolanti è stato fissato per il 2 ottobre. E’ prevista poi una eventuale fase successiva di negoziazione per migliorare le offerte vincolanti presentate e che ha come scadenza il 5 novembre.

Il nome del nuovo proprietario di Alitalia dovrebbe essere quindi annunciato nella settimana 6-12 novembre. L’obiettivo del governo resta quello di vendere Alitalia in blocco, senza spezzatini di attività, come ha ribadito il Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio qualche giorno fa.

Secondo quanto scrive il Corriere:

Per come è stato concepito il bando — pur privilegiando un’offerta che valorizzi per intero l’azienda — l’ipotesi più plausibile è che si rivelino due proposte diverse: una per la parte di “aviation”, l’altra per i servizi di “handling”, cioè l’assistenza a terra dei passeggeri (bagagli, check in). Per la prima, spiegano Andrea Giuricin e Ugo Arrigo, economisti dei Trasporti all’università Bicocca di Milano, “ci sono tre concorrenti in prima fila”.

Si tratta dei principali vettori di bandiera europei Air France, Lufthansa o come British Airways, finita nella conglomerata Iag. 

Per la parte di handling, secondo il Corriere:

“la più complicata da piazzare per i suoi oltre 4mila dipendenti, si fa strada l’ipotesi del colosso Swissport, leader mondiale grazie all’acquisizione della rivale Servisair avvenuta nel 2013″.