Akihiro Sawa dell’Istituto Internazionale per l’Economia e l’Ambiente (International Environmen

11 Marzo 2011, di Redazione Wall Street Italia

Akihiro Sawa, prestigioso ricercatore esperto in materia di politiche sul cambiamento climatico, ha appena pubblicato una relazione in cui valuta e analizza i dibattiti svoltisi durante la Conferenza delle Parti COP16 dell’anno scorso e suggerisce un approccio diverso per la COP17, che si terrà a fine anno in Sudafrica, nonché la posizione da assumere da parte del Giappone. Suggerimenti principali 1. Rafforzamento degli Accordi di Cancun Con una proposta più esauriente sulle tre componenti del quadro operativo, ovvero obiettivi a lungo termine, mitigazione (interventi e obiettivi relativi ai gas serra) e sostegno dei paesi in via di sviluppo, il Giappone dovrebbe tentare di rafforzare la risoluzione COP16 sollecitando la partecipazione degli Stati Uniti e della Cina. Galleria Fotografica/Multimediale Disponibile: http://www.businesswire.com/cgi-bin/mmg.cgi?eid=6638720&lang=it Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

International Environment and Economy Institute (Istituto Internazionale per l’Economia e l’Ambiente)Akihiro [email protected]