Agroalimentare italiano alla conquista di Parigi

19 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

L’agroalimentare italiano alla conquista della Francia. La collettiva italiana che parteciperà al Sial 2006, Salone internazionale dell’alimentazione, in programma a Parigi dal 22 al 26 ottobre, sarà una delle più importanti, sia per superficie occupata che per numero di aziende partecipanti, fra tutte le presenze ufficiali straniere.
La collettiva italiana, si legge sul sito dell’Ice, occuperà una superficie di oltre 5mila metriquadri e ospiterà oltre 320 espositori che saranno divisi in 6 padiglioni settoriali, all’interno dei quali sarà in funzione un Centro Servizi Ice per fornire assistenza agli espositori italiani e ai visitatori.
A questa partecipazione collettiva vanno inoltre aggiunte le partecipazioni autonome all’evento: secondo il sito del Sial gli espositori italiani presenti in Fiera saranno complessivamente 730. La manifestazione, considerata una vetrina internazionale rappresentativa di tutte le filiere del mercato, ospiterà 5.256 espositori in arrivo da 99 paesi. Tutte le imprese agroalimentari troveranno spazio nel Salone: il 70 per cento sarà costituito da Pmi e il 30 per cento da grandi gruppi multinazionali.
La Fiera sarà strutturata in 17 settori per fare il giro del mondo dell’offerta alimentare, puntando su una settorizzazione chiara e che valorizzi ciascuna filiera.