Affitti brevi, i quartieri più richiesti nelle grandi città

3 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

L’acquisto degli immobili per investimento è un fenomeno in crescita. Acquistare una casa di dimensioni contenute per poi metterla a reddito per brevi periodi offre alcuni vantaggi rispetto all’affitto tradizionale, come l’eliminazione alla radice del problema della morosità. Dove si stanno indirizzando gli acquisti degli investitori per cogliere l’opportunità aperta da piattaforme come AirBnB?

L‘Ufficio studi Tecnocasa ha provato a fornire qualche elemento fondato sui dati di vendita della sua rete di agenzie immobiliari. “Negli ultimi anni in alcune città  come Napoli, Verona e Bologna gli acquisti ad uso investimento sono in ascesa  in seguito anche al  fenomeno degli affitti brevi, soprattutto nelle zone centrali, tale per cui si può ipotizzare di acquistare un piccolo taglio (visto che i prezzi sono ancora in parte accessibili) da mettere a reddito facendo attenzione a valutare i costi legati alla gestione di un immobile con questa finalità e la possibilità che il mercato possa iniziare ad essere saturo”.

Gli acquisti per affitti brevi, città per città

  • Milano
    La domanda di abitazioni a Milano, scrive Tecnocasa, è concentrata sul bilocale che raccoglie il 45,1% delle richieste a conferma dell’attrattività che la città ha per gli investitori che si orientano soprattutto su monolocali e bilocali. Il 27,4% degli acquisti su Milano sono per investimento. Mercato decisamente dinamico per questa tipologia di affitti quella non lontana dai navigli quali Porta Genova, viale Coni Zugna e le vie Solari, Savona e Tortona. In Porta Romana si riscontra un aumento degli investitori alla ricerca di tagli da frazionare così come affitti a breve si registrano nella zona di via Gioia e via Ponte Seveso anche perchè non lontano dalla Stazione Centrale.
  • Torino
    A Torino gli investitori impiegano capitali inferiori a 200mila euro, scrive l’Ufficio studi Tecnocasa. In via Lagrange, via Roma, via della Rocca e Piazza Bodoni ci sono investitori alla ricerca di monolocali e bilocali da mettere a reddito ed i capitali a disposizione sono compresi mediamente tra 50 e 250mila euro. Ci sono poi coloro che acquistano per avviare attività di B&B e casa vacanza, tendenza ormai in atto da qualche semestre.
  • Napoli
    A Napoli tra i quartieri con prezzi in crescita c’è Monteoliveto-San Felice, in seguito al traino degli acquisti per investimento da destinare a casa vacanza e B&B che si concentra soprattutto vicino a piazza del Gesù e al Chiostro di Santa Chiara. Nella zona di via Toledo e dei Quartieri Spagnoli la domanda immobiliare è molto vivace; ad alimentarla sia acquirenti di prima casa sia investitori che comprano per avviare attività di B&B oppure per affittare a studenti. A cercare immobili con finalità turistico-ricettive sono soprattutto investitori del posto che si indirizzano sia su piccoli tagli e sia su soluzioni più ampie.
  • Palermo 
    Gli acquisti si concentrano nel Centro storico di Palermo, in parte riqualificato e pedonalizzato (via Maqueda e parte di corso Vittorio Emanuele II) e con un migliorata offerta commerciale soprattutto sul fronte ristorazione. I proprietari, in questo caso, desiderano realizzare affitti turistici, destinando al massimo 100mila euro per i bilocali e i trilocali, afferma Tecnocasa.
  • Bologna
    A Bologna il mercato più dinamico si sviluppa intorno a via Irnerio, ove il numero di richieste di acquisto è in continua crescita mentre l’offerta è in diminuzione. “Sempre presente la richiesta di monolocali e bilocali da parte di investitori che intendono avviare attività di B&B, mentre i tagli ampi sono richiesti da imprenditori che frazionano, ristrutturano e poi rivendono”.
  • Firenze
    In Santa Maria Novella acquistano soprattutto investitori interessati agli affitti turistici così come nel quartiere di San Frediano sono numerosi gli immobili acquistati da destinare in parte alla creazione di B&B. Sono in aumento gli investitori intenzionati ad avviare attività di B&B anche in zona Panche e “spesso sono in arrivo dalle aree più centrali di Firenze”.
  • Verona
    Nel Centro storico della città il mercato degli immobili medio piccoli, bilocali e trilocali è molto attivo grazie alla domanda da parte di investitori per l’avviamento di attività di affitto turistico. Nel quartiere di Veronetta la domanda è sempre alta anche sul segmento dell’investimento, in particolare per le tipologie da trasformare in B&B e in case vacanza: il budget a disposizione parte mediamente da 120-130mila euro fino a 200mila euro.
    Anche Borgo Venezia è interessato da una forte richiesta da parte di investitori in cerca di abitazioni da utilizzare sul mercato degli affitti turistici.