Adiconsum, la crisi spinge a vacanze confezionate via internet

8 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La crisi economica tarda a passare ed il calo dei consumi ne è un chiaro indicatore. In questo scenario socio-economico le famiglie ed i singoli si confezionano da sé le proprie vacanze, scegliendo fra le varle opportunità che soprattutto internet offre, ma nel contempo esponendosi al rischio di subire raggiri, trappole e vere e proprie. Il pacchetto turistico proposto da un tour operator e venduto da un’agenzia viaggio oppure da un last minute su un sito – ricorda Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – è un vero e proprio contratto che il consumatore stipula con l’agenzia di viaggio e con il tour operator, e quindi il danno da vacanza rovinata può e deve essere risarcito. A tal proposito Adiconsum ha stilato un Decalogo per difendersi da trappole e raggiri e farsi risarcire del danno da vacanza rovinata. Adiconsum ricorda inoltre che in caso di viaggi transfrontalieri i consumatori possono usufruire dell’assistenza del Centro europeo consumatori (tel. 06 44238090), voluto dalla Commissione europea e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico.