Acque Potabili ritorna in attivo nel primo semestre

25 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Torna in nero nel primo semestre il gruppo Acque Potabili. Il periodo si è infatti chiuso con un utile netto di 1,3 milioni di euro, contro il dato negativo di 904 mila euro dello stesso periodo dello scorso anno. Il margine operativo lordo migliora del 33,5% a 8,6 milioni, risultato operativo sale a 2,4 milioni dagli 864 mila euro del 2009. I ricavi consolidati, pari a 31,9 milioni, segnano un incremento dell’1,2%. La posizione finanziaria netta del Gruppo al 30 giugno 2010 è negativa per 41,8 milioni di euro rispetto ai -41 milioni del 31/12/2009 e rispetto ai -41,4 milioni del 30/6/2009. A livello prospettico, la società prevede per l’esercizio 2010 un andamento in miglioramento, per effetto degli incrementi tariffari, della piena applicazione degli accordi con l’ATO torinese e della dismissione di alcune concessioni non performing nelle aree non di interesse strategico e per le quali non vi sono oggettive prospettive di recupero economico. Il risultato netto, tuttavia sarà prevedibilmente ancora influenzato dalle criticità della partecipata Acque Potabili Siciliane. Inoltre Acque Potabili stima che nel 2010 verranno complessivamente realizzati investimenti per circa 11,2 milioni di Euro e i metri cubi di acqua venduta dovrebbero raggiungere i 77,5 milioni di metri cubi.