A Wall Street p/e troppo alti per non aspettarsi il peggio

26 Agosto 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Dopo aver raggiunto ieri nuovi massimi storici, gli investitori si chiedono, con maggiore insistenza, dovrà andrà Wall Street nei prossimi mesi. Una risposta poco rassicurante è arrivata, a questo proposito da uno studio della società di consulenza Wellershoff & Partners.

Il team di ricerca del gruppo elvetico, capitanato dall’ex capo-economista di Ubs, Klaus Wellershof, sostiene che, nell’arco dei prossimi cinque anni, la Borsa Usa si ritroverà a viaggiare su livelli inferiori del 30% circa rispetto a quelli attuali.

La ragione va ricercata nel livello medio raggiunto dai p/e, mai visto prima nella storia della Borsa Usa: l’indicatore – si legge nel report di Wellershoff & Partners – ha raggiunto quota 26,69 punti, il 61% sopra la media storica calcolata a 15,95 punti.

Lo stesso report rileva che, nel corso del Novecento, con i livelli attuali di p/e, la Borsa Usa ha, nei cinque anni successivi, messo in atto una correzione compresa tra il 30 e il 35%. Difficile- dicono – che questa voltà la storia avrà contorni meno drammatici.