A VENEZIA INGRESSI SU PRENOTAZIONE?

11 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Venezia, 11 mag – “Ribadisco la mia contrarietà a ticket e pedaggi per limitare gli accessi turistici; se è necessario contingentare la quantità di persone che una città come Venezia può sopportare, introduciamo un sistema di ingresso a prenotazione”. Lo ha affermato oggi il vicepresidente della Giunta Regionale del Veneto Luca Zaia. “Il turismo è un fatto economico trasversale. Non si possono scegliere i clienti di un’industria che deve guardare non al contingente ma anche al futuro – ha detto Zaia – e probabilmente anche Bill Gates è venuto per la prima volta a Venezia in sacco a pelo. Ci deve essere posto sia per i giovani saccopelisti sia per la clientela di lusso. In ogni caso anche la prenotazione deve essere un’operazione facile, tramite internet o call center, evitando sistemi irrazionali o poco funzionali. Anche il ticket che tanta confusione e problemi crea, oggi è difficile da pagare e non lo si può fare alla partenza”.