A San Francisco per sopravvivere al caro case, si vive nei container

3 Agosto 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il boom dei prezzi delle case di San Francisco non sembra arrestarsi, tanto che la città è ormai da tempo in cima alla classifica degli affitti più salati degli Stati Uniti. Un esempio per capire meglio di cosa stiamo parlando. Lo scorso mese su un sito della Silicon Valley, si affittava una tenda per 899 dollari al mese.

Per far fronte all’emergenza abitazione, Luke Iseman, 31 anni, ha affittato uno spazio industriale di circa 15.000 metri quadrati a Oakland, nei pressi di San Francisco, nel quale ha costruito 11 micro appartamenti in container utilizzati nei trasporti cargo, che affitta alla modica cifra, si fa per dire, di 1.000 dollari al mese.

Se i prezzi non fossero già un deterrente, va detto che le soluzioni abitative offerte dal trentenne americano sono illegali. Il condominio container, già messo in piedi in altre due località, in passato è stato già stato chiuso dalle autorità. Ma questo non ha evidente rappresentato un ostacolo alle ambizioni di Iseman che ne ha aperto subito un altro nella Baia.

“Non lo faccio per arricchirmi. Questo è il solo modo che permette di vivere nella Baia di San Francisco”, ha detto Iseman a Bloomberg. “E’ inoltre un’opportunità per creare un nuovo modello di sviluppo urbano più sostenibile, più accessibile e più divertente.”

Fonte: Business Insider