A 8 anni uccide la nonna dopo aver giocato alla Playstation

26 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Videogame chiamati ancora in causa, dopo la tragedia che si è consumata a Slaugther, Louisiana, Stati Uniti, e che ha visto protagonista un ragazzino di otto anni.

Dopo aver giocato alla Playstation al videogioco “Grand Theft Auto IV”, il ragazzino ha ucciso con un colpo di pistola la nonna, Marie Smothers, 87 anni.

Il corpo della donna è stato rinvenuto senza vita nell’abitazione mobile in cui viveva, con una ferita da arma da fuoco alla testa. “Sebbene il motivo dell’aggressione, al momento, non sia noto, gli investigatori hanno appreso che un sospetto di età molto giovane stava giocando alla Playstation III, al “Grand Theft Auto”, un gioco realistico che è stato associato con l’istigazione della violenza e che fa vincere il giocatore a seconda del numero di persone che vengano uccise”, comunica una nota pubblicata dalla Cnn.

Sebbene la polizia abbia associato l’omicidio al videgioco, rimangono interrogativi sulla pistola calibro 38 che è stata utilizzata, che era di proprietà della famiglia Smothers.

“Dove teneva la pistola, dove ha visto la pistola il ragazzino, era davanti ai suoi occhi? E’ questo il pensiero che mi ossessiona”, ha detto il vicino di casa Johnnie Scott.