A 27 anni diventa milionario sfruttando crisi piccole aziende

16 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Come il Lupo di Wall Street. Negli ultimi giorni nelle sale operative della Borsa americana si parla di lui come un nuovo astro nascente della finanza mondiale. Si chiama Joshua Sason ed è stato soprannominato il Wonder Boy delle penny stock. A soli 27 anni ed è diventato milionario comprando titoli di piccole società quotate vicine alla bancarotta.

In pratica, Sason concede presti a aziende a corto di liquidità in cambio di azioni a prezzo scontato rispetto alle quotazioni correnti per poi rivenderle. Seguendo questo modello di business – si legge sui media Usa – risulta veramente difficile perdere a meno che non si trovi nessun acquirente. Per quanto dal punto di vista legale il sistema messo in piedi dal giovane rampante di Long Island non faccia una piega, c’è tuttavia chi solleva forti perplessità sul sistema, che di fatto finisce per penalizzare gli azionisti..

Finora Sason, tramite la sue società Magna, ha fatto affari con almeno 80 aziende. Di queste, le azioni di 71 sono scese dal momento dell’investimento. Ciò tuttavia non si è trasformato in perdita, perché i termini del contratto stipulato con aziende gli hanno comunque permesso di trasformare la concessione del prestito in profitti.

Fonte: Bloomberg

(mt-DaC)