Hi tech, le sfide 2013 per i “fantastici quattro”

31 dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK – Ricerca e hardware. Si giocherà su questi due terreni nel 2013 lo scontro tra i quattro colossi hi-tech americani, Apple, Amazon, Google e Facebook. E’ quanto ha scritto ieri in un lungo articolo il quotidiano economico Wall Street Journal. In particolare – si legge nell’articolo – i Google e Amazon cercheranno di aumentare la loro presenza nel mercato dei computer e dei tablet, pur di fidelizzare i loro clienti e aumentare i margini di profitto. Una strategia che inevitabilmente li porterà a scontrarsi con l’azienda leader, cioè Apple, che continuerà con la sua strategia di creare dei programmi esclusivi, non utilizzabili da altre case.

Nel dettaglio, Google, grazie all’acquisto di Motorola Mobility, costata 12,5 miliardi, punta a creare un nuovo Android in grado di insidiare la leadership delll’Iphone. Anche Amazon, che con il suo Kindle, è entrato ormai da mesi nella lotta per i tablet, ora ha in programma di presentare un suo telefono.

Tutte, indistintamente, nel 2013 lotteranno per avere a meglio in due grandi aree commerciali di interesse crescente: l’e-commerce e la pubblicità on-line. Ma il 2013 darà anche importanti risposte su come le singole aziende reagiranno alle nuove tendenze.

APPLE: nel 2013, la casa della Mela dovrà mostrare di saper giocare in difesa, dopo che negli ultimi tempi rivali come Samsung hanno messo in difficoltà la sua leadership assoluta nel campo dei telefoni. Non solo. Anche i nuovi tablet Android hanno guadagnato terreno rispetto agli Ipad. Per rispondere, la casa di Cupertino ha lanciato l’Ipad-Mini, un tablet meno caro che dovrebbe recuperare mercato. Apple è anche interessata ormai da mesi al mercato tv: da tempo sta cercando di capire come entrare nel settore delle tv ad alta definizione e accordi con le reti via cavo.

GOOGLE: dopo il successo di Youtube pensa a grossi investimenti nel settore del wireless e della tv via cavo. Si pensa a più sinergie tra internet domestico e i suoi tablet Android. Inoltre, tenterà di rubare quote di mercato a Amazon, entrando nel settore delle consegne a domicilio. Infine, deciderà se andare avanti, magari con una partnership con una grande azienda automobilistica, con il programma delle auto che si guidano da sole, attraverso un computer.

FACEBOOK: il 2012 è stato l’anno della quotazione a Wall Street. Il prossimo sarà quello della sfida nella trasformazione dei social network e la possibile discesa in campo nel mercato degli smartphone. Tra smentite e conferme, pare che l’azienda di Zuckerberg pensi a un proprio telefono, in collaborazione con marchi come la HTC. Fb sta anche pensando di aumentare la sua presenza nel settore del e-commerce, anche grazie all’invio tra ‘amici’ di gift card molto popolari come quelle di Starbucks.

AMAZON: Anche il re dell’ecommerce pensa a un suo smartphone, che dovrebbe essere a basso costo, con una grande propensione verso le piattaforme di e-books e giochi on-line. Ma potrebbe migliorare a sua presenza anche nel mercato dei tablets, con nuove versioni di Kindle.

Hai dimenticato la password?