Gilet gialli: proteste non si placano, Macron in bilico

13 dicembre 2018, di Alessandra Caparello

L’Italia è stata prepotentemente sotto i riflettori  negli ultimi mesi per il braccio di ferro intrapreso con l’Ue sulla legge di bilancio ma ora a spodestarla è la Francia. A preoccupare Bruxelles i disordini civili nati dal movimento di protesta dei gilet gialli che sta dominando l’attenzione dell’Europa.

Scioperi, saccheggi e atti di vandalismo hanno interessato Parigi e altre città nel fine settimana, mentre la Francia ha assistito al suo quarto weekend consecutivo di manifestazioni anti-governative. Nonostante le nuove misure annunciate dal presidente Emmanuel Macron le proteste continuano a fare danni all’economia e a spargere sangue.

Proprio ieri un 23 enne manifestante è morto investito da un camion a Avignone. Il giovane è la sesta vittima dall’inizio della mobilitazione dei ‘gilet gialli’. L’esecutivo, ha detto il portavoce Benjamin Griveaux ai microfoni di CNews, non ha deciso, “per ora”, di vietare le manifestazioni delle casacche gialle che si terranno sabato nella capitale e altrove. E tuttavia, ha aggiunto a due giorni dall’attentato di Strasburgo, “ciò che vi chiediamo, in responsabilità, è essere ragionevoli sabato e non andare a manifestare”.

Mai come ora il governo Macron appare vulnerabile. Secondo un sondaggio di Odoxa, il 59% dei francesi afferma di non essere convinto da Macron, nonostante abbia trovato la sua proposta “soddisfacente”, secondo  Le Figaro . Solo il 21% ha riscontrato che le nuove politiche di Macron convincono  ma il 54% degli intervistati ha dichiarato che le proteste dei gilet gialli dovrebbero continuare.

 Probabilmente la storia dimostrerà che se (Macron) si fosse concentrato maggiormente sui francesi e meno su Salvini e l’Italia, oggi avrebbe qualche problema in meno”.

Così nei giorni scorsi il vicepremier italiano Matteo Salvini a Rai 3 TV, criticato in passato da Macron, in particolare per le sue posizioni di destra. Intanto oggi il presidente francese dovrà affrontare un  voto di sfiducia in parlamento.

Hai dimenticato la password?