Flat tax, governo dà i numeri: Salvini smentisce Tria

10 ottobre 2018, di Daniele Chicca

Sulla flat tax il governo dà i numeri. Le cifre comunicate dal ministro dell’Economia e da quello degli Interni infatti divergono nettamente.

Per il responsabile dell’Economia Giovanni Tria, intervenuto in aula per illustrare i grandi capitali della legge di bilancio triennale il cui ammontare toccherà i 37 miliardi. Su questa somma Matteo Salvini e Tria sono d’accordo, ma sul tema del taglio delle imposte nel 2019 no.

L’anno prossimo prende il via la prima fase della flat tax e per Tria le risorse che il governo destinerà alla misura di stimolo saranno pari a 600 milioni nel 2019, per poi salire a 1 miliardo e 800 milioni nel 2020 e a 2 miliardi e 300 milioni l’anno successivo.

L’effetto sul Pil dell’iniziativa promossa dal governo, ha indicato Tria, è contenuto e raggiungerà lo 0,1% nel 2021.

Immediata è arrivata la precisazione del vice premier e leader della Lega, secondo cui il conto stimato per la flat tax è di “un miliardo e 700 milioni di euro” nel 2019, quindi quasi il triplo rispetto ai 600 milioni citati dal capo del Tesoro.

Salvini ha quantificato in “un miliardo e 700 milioni circa l’ammontare previsto per la riduzione fiscale. Poi lunedì arriverà il decreto fiscale e i numeri saranno scritti e non mentono”.

Hai dimenticato la password?