WikiLeaks: nel mirino c’e’ Bank of America?

30 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Julian Assange ha fatto sapere che il prossimo target del sito sara’ una grande banca degli Stati Uniti. Ecco perche’ tutto congiura perche’ possa essere la californiana Bank of America.

Nel 2009 Assange disse:

“Al momento, per esempio, abbiamo 5GB da Bank of America, l’hard drive di uno dei manager”. “Ebbene – continuo’ – come facciamo a rendere pubblici questi documenti? E’ un problema difficile. Potremmo scaricare tutto in un unico gigantesco file Zip, ma sappiamo per esperienza che avrebbe un impatto limitato. Per avere efficacia, bisogna che sia facile per la gente immergercisi e ricavarne qualcosa di buono”.