Walliance punta all’Europa con nuove risorse finanziarie

11 Settembre 2019, di Redazione Wall Street Italia

Walliance è la principale piattaforma italiana di investimenti immobiliari online, che permette di investire nel mercato immobiliare, semplicemente dal proprio smartphone o dal proprio PC, in operazioni immobiliari selezionate e analizzate, con un rating assegnato da EY a disposizione per ogni operazione, il tutto a partire da un investimento minimo e democratico per progetto di 500 euro.

In appena due anni di attività Walliance ha annunciato la chiusura di un nuovo aumento di capitale riservato ad investitori privati pari ad 1 milione di euro, che in aggiunta al round precedente, ha portato la società a dotarsi di una cassa di circa 2 milioni di euro.

Tra gli investitori del primo round vi è Trentino Invest, la joint-venture partecipata tra gli altri da La Finanziaria Trentina, Istituto di Sviluppo Atesino, Fondazione Caritro e Trentino Sviluppo.
Nel secondo round oltre ad alcuni investitori privati, partecipa anche Lago SpA, società padovana che realizza arredi di design Made in Italy e progetta mobili modulari, adatti a tutte le aree della casa, e non solo. Grazie a un design partecipativo che si arricchisce delle energie provenienti dall’utente finale, l’azienda ha dato vita al Lago Design Network, una rete di luoghi pubblici e privati progettati e arredati da Lago che ad oggi conta oltre 200 progetti in tutto il mondo tra hotel, ristoranti, real estate e spazi di lavoro e che parla a una community di 25 milioni di persone.
Con un fatturato di 35 milioni di euro e 25 milioni di contatti, Lago ha scelto di investire su un nuovo ramo aziendale con l’obiettivo di contribuire al miglioramento del business a partire da tutti quegli ambienti in cui quotidianamente scorre la vita.

“Questo aumento di capitale nasce dalla volontà di coinvolgere partner industriali e strategici, ovvero soggetti in grado di apportare un contributo operativo, prima ancora che finanziario, finalizzato ad espandere il perimetro delle nostre attività core” ha commentato Giacomo Bertoldi, CEO di Walliance, che ha poi proseguito: “Già nel nostro primo anno di attività abbiamo superato i 300k di fatturato e la tendenza per quest’anno ci porta a raddoppiare: non avendo quindi esigenze di cassa imminenti, abbiamo potuto permetterci di scegliere, tra i molti soggetti interessati a sottoscrivere il nostro aumento di capitale, quelli che abbiamo ritenuto essere i migliori in ottica di sviluppo.”

Walliance ha già dichiarato la volontà di aprire al mercato europeo a partire dalla Francia, dove ha recentemente stabilito una controllata ed è in corso di ottenimento l’autorizzazione ad operare dall’Autorità transalpina. L’espansione dei volumi, sia dal punto di vista del numero dei progetti che della customer base, è la sfida principale per Walliance, dopo che la stessa ha saputo dimostrare di aver portato in Italia un modello di business unico e profittevole.

Attualmente la società conta un organico di 11 persone ed opera in Italia; in 24 mesi di attività ha raggiunto 13 milioni di capitali raccolti tramite la piattaforma ed investiti in progetti immobiliari, con oltre 23 mila utenti profilati.

I nuovi fondi saranno destinati alla prima fase dell’espansione europea, che avrà inizio con il lancio sul mercato francese previsto entro la fine del 2019, oltre al consolidamento e all’espansione del mercato italiano.

“Ma questo è solo l’inizio” fa sapere Bertoldi; “Walliance ha già avviato molteplici colloqui con fondi di investimento per dotarsi di ulteriori capitali volti a sancire definitivamente l’espansione europea, in attesa del nuovo regolamento europeo sugli European Crowdfunding Service Providers”.