WALL STREET: TORNA IL BUONUMORE SUI MERCATI USA

28 Ottobre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta positivo per i mercati americani su cui tornano gli acquisti dopo il pesante selloff delle ultime giornate. Il Dow Jones cede lo 0.27% a 10317, l’S&P500 lo 0.15% a 1189, il Nasdaq arretra dello 0.35% a 2092.

A riportare il buonumore e’ stato in primo luogo il rilascio del dato sul Prodotto Interno Lordo del terzo trimestre rivelatosi migliore del consensus. L’indicatore, che rappresenta il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti e venduti nel Paese, nella lettura del dato preliminare relativo al terzo trimestre del 2005 ha registrato un aumento del 3.8%.

Le attese degli economisti erano per un’espansione piu’ contenuta pari al 3.6%. A contribuire al rialzo dell’indice e’ stata principalmente la crescita della componente relativa alla spesa dei consumatori.

Non sembra aver preoccupato gli operatori, invece, il calo della fiducia dei consumatori nel mese di settembre. L’Universita’ del Michigan ha riportato una flessione dell’indicatore che e’ sceso a quota 74.2 dai 75.4 fatti registrare nella rilevazione preliminare. Il consensus degli analisti era per un aumento a quota 76 punti.

Alcune preoccupazioni sono giunte dal fronte societario. Nell’after hour di giovedi’, Microsoft, il colosso software n.1 al mondo, ha riportato vendite leggermente inferiori rispetto alle stime di Wall Street e fissato un target sui ricavi, per il trimestre in corso, al di sotto delle previsioni.

In mattinata, la societa’ petrolifera Chevron ha riportato un aumento dei profitti che pero’ sono risultati inferiori alle stime degli analisti. La societa’ ha affermato che i risultati sono stati compromessi a causa dei danni arrecati all’attivita’ produttiva dai recenti uragani Rita e Katrina.

Nel comparto energetico, il petrolio appare leggermente debole e le quotazioni sono tornate sotto i $61. Il contratto futures con scadenza dicembre in questo momento viene scambiato a quota $60.95, in ribasso di 14 centesimi. Ricordiamo che nella sessione di giovedi’ il greggio e’ avnzato su alcune preoccupazioni relative all’incremento della domanda mentre ci inoltriamo nella stagione invernale.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.54% contro il 4.56% della chiusura di giovedi’. L’oro cede $3.80 a $471.80 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.2104 contro il dollaro.