WALL STREET PROCEDE
COL FRENO A MANO

10 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta all’insegna della cautela per i mercati americani, che a circa due ore dalla chiusura delle contrattazioni proseguono attorno alla parita’.

Decisamente bassi i volumi di scambio.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Con l’Iraq che e’ ormai un capitolo chiuso, gli investitori tornano a preoccuparsi per la ripresa dell’economia e dei profitti delle aziende.

A livello macroeconomico, sono state nel complesso incoraggianti le notizie giunte prima dell’apertura delle contrattazioni.
Migliori delle attese il deficit della bilancia commerciale di febbraio e i sussidi di disoccupazione settimanali. In linea con le previsioni, invece, i prezzi all’importazione di marzo.

Ma gli economisti sono scettici sulla ripresa. Gli esperti interpellati dal Blue Chip Economic Indicators hanno nuovamente rivisto al ribasso (dal 2,6% al 2,4%) le previsioni sulla crescita del Pil nel 2003. Il 31% degli intervistati ritiene inoltre che entro l’anno la Fed effettuera’ un’ulteriore riduzione del costo del denaro.

Sul fronte degli utili, ha sorpreso positivamente il colosso Internet Yahoo! (YHOO – Nasdaq), che nella tarda serata di ieri ha annunciato una trimestrale superiore alle attese e ha alzato le previsioni sui risultati del secondo trimestre e del 2003.

Ma per il resto, le indicazioni non sono affatto confortanti. Secondo le piu’ recenti previsioni, gli utili delle societa’ dell’S&P 500 dovrebbero registrare un incremento dell’8,5% nel primo trimestre, ben al di sotto dell’11,7% pronosticato a inizio d’anno. Ma il grosso dei profitti interessera’ il settore energetico. Escluso questo comparto, infatti, la crescita dovrebbe essere inferiore al 2%.

Per avere tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su TITOLI CALDI , in INSIDER.