WALL STREET: E’ IL NASDAQ LA PALLA AL PIEDE

5 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata delle contrattazioni a New York, il clima borsistico si e’ definito come decisamente anti-high-tech, mentre le Blue Chip del Dow Jones galleggiano appena al di sotto della zona di parita’.

(Verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Il tono difensivo della giornata si e’ creato a partire dalle attivita’ di preborsa. In particolare, il titolo Intel e il settore farmaceutico sono visti come i principali motivi di vendita nel settore high-tech.

Intel ha sofferto pesantemente della diminuzione del rating della banca szizzera UBS, che ha abbassato il giudizio sul gigante dei chip da “Strong Buy” a “Buy”.

Allo stesso tempo, tutto il settore di produzione di medicinali ha subito una diminuzione di rating da “overweight” (alta esposizione) a “market weight” (bassa esposizione) da parte di Banc of America Securities, sulla considerazione che il tasso di crescita del comparto dovrebbe decrescere a causa di una concorrenza sempre piu’ feroce.

Il settore tecnologico ha ricevuto un ulteriore colpo basso a meta’ mattinata in seguito al calo di Ciena (CIEN) sulla base di previsioni negative sugli utili del quarto trimestre.

Tra i settori a performance migliore: acciaio, auto, tabacco, cartario, bancario, utenze, largo consumo, calzaturiero, alluminio.

Tra i settori piu’ deboli: elettronica, telecomunicazioni, farmaceutico, semiconduttori, biotecnologie, intrattenimento, gestione ospedaliera, servizi petroliferi.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore delle telecomunicazioni, il gigante della telefonia AT&T (T) e il colosso informatico International Business Machines (IBM) hanno annunciato un accordo di e-business del valore di circa $450 milioni. Il titolo AT&T perde lo 0,5%, mentre il titolo IBM perde quasi l’ 1,5%.
(Vedi At&t e Ibm, alleanza e-business da $450 Mln)

Nel settore informatico, Microsoft Corp. (MSFT) ha l’obiettivo di inserire anche la Tv digitale sulla prossima versione del sistema operativo Windows. Il titolo Microsoft e’ invariato.
(Vedi Microsoft: mette la Tv sul sistema operativo)

Nel settore delle telecomunicazioni, WorldCom Corp. (WCOM), la seconda societa’ di telefonia a lunga distanza negli Stati Uniti, ha annunciato questa mattina la firma dell’accordo di acquisizione di Intermedia Communications Inc. (ICIX) per $3 miliardi. L’operazione consente a WorldCom di mettere le mani sul 54% di Digex Inc. (DIGX). Il titolo WorldCom perde oltre l’ 8%, mentre il titolo Intermedia guadagna piu’ del 39,5% e il titolo Digex perde l’ 11%.
(Vedi Tlc: Worldcom compra intermedia per $3 Mld)

Nel settore dei software, Palm (PALM), produttore leader di computer palmari, e NTT DoCoMo, la divisione cellulare del gigante delle telecomunicazioni nipponico Nippon Telegraph & Telephone Corp. (NTT), hanno raggiunto un accordo per il lancio di computer Palm VII in Giappone entro la prima meta’ del 2001. Il titolo Palm perde quasi il 3%, mentre il titolo NTT perde quasi il 2%.
(Vedi Palm in Giappone entro prima meta’ 2001)

Nel settore dell’arredamento, Industrie Natuzzi S.p.a. (NTZ), società pugliese che produce divani quotata al New York Stock Exchange, ha chiuso il primo semestre del 2000 con un utile netto di 90,6 miliardi di lire, in crescita del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 1999. Il titolo guadagna il 2,5%.
(Vedi Industria: Natuzzi, l’utile netto cresce del 4,7%)

Nel settore informatico, BroadVision Inc. (BVSN), la societa’ americana di software per l’e-commerce, ha annunciato questa mattina una partnership con tre societa’ giapponesi per la fornitura di software per il business-to-business attraverso i servizi di telefonia mobile di NTT DoCoMo. Il titolo BroadVision perde il 2%.
(Vedi Tlc: Broadvision forma partnership asiatica)

Nel settore delle telecomunicazioni, la Federal Communications Commission potrebbe mettere i bastoni tra le ruote alla fusione tra America Online (AOL) e Time Warner (TWX), a meno che le due societa’ non accettino di cedere alcune attivita’ nel settore dell’accesso a Internet ad alta velocita’. L’autorita’ antitrust statunitense sarebbe intenzionata a chiedere ad AOL il disinvestimento della propria partecipazione da $1,5 miliardi in Hughes Electronics Corp. (GMH), il braccio satellitare di General Motors Corp. (GM). Il titolo AOL perde quasi il 2,5%, mentre il titolo Time Warner perde il 4% e il titolo Hughes Electronics guadagna quasi lo 0,5% e il titolo General Motors perde quasi lo 0,5%.
(Vedi Tlc: nuova bufera per fusione Aol-Time Warner)

Nel settore Internet, IXL Enterprises Inc. (IIXL), societa’ che offre servizi di consulenza Web, ha annunciato questa mattina che William C. Nussey, direttore generale della societa’, ha rassegnato le proprie dimissioni a causa di previsioni estremamente negative sugli utili del terzo trimestre e dell’andamento generale del mercato. Il continuo deteriorarsi del settore sembra infatti non escludere nessuno: a parte IXL, anche Viant Corp. (VIAN), Scient Corp. (SCNT) e Sapient Corporation (SAPE), tre fra le principali societa’ di consulenza Internet, hanno registrato nei mesi estivi forti ribassi sia in termini di utili che di capitalizzazione di mercato. Il titolo IXL perde quasi il 28%, mentre il titolo Viant perde quasi il 7%, il titolo Scient guadagna il 4,5% e il titolo Sapient guadagna quasi il 5,5%.
(Vedi Internet: tempi duri per le societa’ di consulenza )

Nel settore dei semiconduttori, Intel Corp. (INTC) perde oltre il 6% dopo che la banca d’affari USB Piper Jaffray ne ha ridotto il rating da “Strong Buy” a “Buy”.

Nel settore Internet, Yahoo! Inc. (YHOO) e GigaMedia Ltd (GIGM) hanno deciso di allearsi per lanciare a Taiwan un sito di intrattenimento in lingua cinese. L’operazione dovrebbe partire nella prima meta’ del 2001 e il sito sara’ accessibile in un primo momento solo agli utenti di GigaMedia. Il titolo Yahoo! perde lo 0,5%, mentre GigaMedia guadagna oltre l’ 8%.

Nel settore immobiliare, Burnham Pacific Properties, Inc. (BPP) ha annunciato questa mattina il licenziamentoo di 46 persone negli uffici di Portland (Oregon), e Sacramento (California). La societa’, cha ha inoltre terminato la cooperazione con California Public Employees Retirement System, dovrebbe contabilizzare un onere straordinario di circa $4,1 milioni nel terzo trimestre. Ulteriori licenziamenti sono previsti negli uffici di San Diego e San Francisco (California). Il titolo Burnham perde l’ 1%.

Nel settore socio-sanitario, Henley Healthcare Inc. (HENL) ha annunciato le dimissioni di Michael M. Barbour, amministratore delegato e direttore genrale. La posizione verra’ assunta ad interim da Pedro A. Rubio, attuale presidente della societa’. Il titolo Henley e’ invariato.

Nel settore Internet, GoTo.com (GOTO) ha annunciato la sigla di un accordo pluriennale del valore di $50 milioni con America Online, Inc. (AOL) per la fornitura dei suoi servizi sul sito Web di AOL. Il titolo GoTo.com guadagna oltre il 14%.

Nel settore aerospaziale, Lockheed Martin Corporation, Holding Company (LMT) ha vinto un contratto decennale da $251 milioni per la fornitura di servizi alla marina militare americana. Il titolo Lockheed Martin e’ invariato.

Nel settore delle telecomunicazioni, Rogers Communications Inc. (RG), la prima societa’ di televisione via cavo in Canada, ha annunciato questa mattina l’acquisizione dell’80% della squadra di baseball Toronto Blue Jays per $112 milioni in contanti e azioni. Il titolo Rogers Communications guadagna l’ 1%.

Sempre nel settore delle telecomunicazioni, Turnstone Systems Inc. (TSTN) ha annunciato questa mattina la vendita di 4 milioni di azioni. Il titolo Turnstone perde quasi il 3,5%.

Nel settore dei software, Novell (NOVL) potrebbe annunciare un taglio del personale del 25% per ridurre i costi. Il titolo Novell perde oltre il 7%.

Nel settore automobilistico, DaimlerChrysler AG (DCX) sarebbe intenzionata ad aumentare al 40% la sua partecipazione in Mitsubishi Corp.. La notizia e’ stata diffusa ieri da una televosione nazionale giapponese. Il titolo DaimlerChrysler perde lo 0,5%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con rispettivi volumi,
prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando sul simbolo
dei singoli titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

CCU

Clear Channel Comm.

9,480,300

63.625

-4.938

-7.20%

F

Ford Motor Company 

9,122,400

26.125

+1.125

+4.50%

LU

Lucent Technologies  

8,578,800

41.688

-1.313

-3.05%

NOK

Nokia Corporation 

6,645,900

45.813

-1.188

-2.53%

AOL

America Online

6,262,500

56.313

-1.438

-2.49%

PFE

Pfizer

5,478,200

41.188

-1.969

-4.56%

CNC

Conseco

5,735,400

9.438

+0.438

+4.86%

CPQ

Compaq Computer

5,632,200

32.625

-1.000

-2.97%

T

AT&T

4,916,400

32.063

+0.188

+0.59%

MOT

Motorola

4,333,900

35.250

-0.375

-1.05%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 12:00) con rispettivi volumi, prezzi e variazioni
percentuali (verificare aggiornamenti cliccando sul simbolo dei singoli
titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

INTC

Intel

30,233,800

69.250

-4.688

-6.34%

WCOM

WorldCom

28,657,900

33.938

-3.000

-8.12%

ICIX

Intermedia Communications

19,874,100

31.938

+9.063

+39.62%

DELL

Dell Computer

16,701,600

40.625

-2.438

-5.66%

GBLX

Global Crossing

16,414,300

36.688

+1.563

+4.45%

BVSN

BroadVision

15,451,000

38.250

-0.813

-2.08%

CSCO

Cisco Systems

13,886,600

67.125

-1.438

-2.10%

MSFT

Microsoft

11,371,700

70.188

0.00

0.00

CIEN

CIENA

10,854,300

219.063

-11.063

-4.81%

CMRC

Commerce One 

9,967,500

70.250

+4.250

+6.44%