WALL STREET: DOW SOTTO I 9.500 PUNTI

12 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Dopo pochi minuti il Dow Jones sfonda i 9.500 punti, nonostante le notizie positive relative al il titolo dei prodotti per il largo consumo Procter & Gamble (PG – Nyse).

Critiche anche le condizioni in cui versa il Nasdaq che, nella seduta di martedi’, ha chiuso al di sotto dei 1.500 punti per la prima volta in otto mesi e che continua ad allontanarsi dall’importante soglia psicologica.

Sul listino pesano i cali del titolo infrastrutture Internet Juniper Networks (JNPR – Nasdaq)
e del titolo software Siebel Systems (SEBL – Nasdaq). Entrambe le societa’ hanno alimentato i timori sulla ripresa dei profitti societari. E dura e’ stata la reazione delle banche d’affari, con Morgan Stanley che ha bastonato il rating di Juniper e Goldman Sachs che ha tagliato le stime sui risultati di Siebel .

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Ad appesantire i mercati, i continui scandali societari, acuiti pochi minuti fa dall’arresto dell’ ex amministratore delegato del gigante biotech Imclone (IMCL – Nasdaq).

Gli investitori non hanno dato importanza alla comunicazione del dato macroeconomico relativo ai prezzi all’importazione di maggio che e’ rivelato invariato contro il rialzo dello 0,5% stimato dal consensus degli analisti. I prezzi all’esportazione hanno invece segnato un calo dello 0,1%.

A livello settoriale

In flessione il settore biotech (BTK ) che nella seduta di ieri si e’ rivelato maglia nera tra i comparti, cedendo piu’ dell’8%. E la ripresa e’ ora ostacolata dal crollo di Imclone (IMCL – Nasdaq).

Lieve recupero dei semiconduttori (SOX ), in cui si mette in luce il colosso dei microprocessori Advanced Micro Devices (AMD – Nyse), le cui stime sono state riviste al rialzo dalla banca d’affari Prudential . La notizia potrebbe rivitalizzare il settore, che nella seduta di martedi’ ha continuato a cedere, sulla scia dell’ennesimo calo di Intel (INTC – Nasdaq). Notizie negative, inve, erp Nvidia (NVDA – Nasdaq), dopo che il commento negativo di RBC Capital .

Negativi anche i wireless (YLS ), che non accolgono con favore la nota positiva su Nokia (NOK – Nyse), premiata con un buy dalla banca d’affari Dresdner . Cedono Palm (PALM – Nasdaq), Motorola (MOT – Nyse) e Ericsson (ERICY – Nasdaq).

In calo infrastrutture Internet (NWX ), che potrebbe accusare le notizie poco confortanti relative a Juniper Networks (JNPR -Nasdaq). Male Cisco (CSCO – Nasdaq) e Nortel (NT – Nyse).

(articolo in fase di scrittura)

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!