WALL STREET: DOW A TESTA ALTA, NASDAQ PIATTO

27 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata, le contrattazioni imprimono direzioni diverse agli indici di borsa: l’ottimismo per tassi invariati da parte della Federal Reserve spinge in rialzo l’indice delle Blue Chip che raccoglie i titoli piu’ sensibili alle variazioni del costo del denaro.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

I rialzi si sono accentuati subito dopo la diffusione dell’indice sulla fiducia dei consumatori americani in giugno, attestatosi a quota 138,8 dopo il record di 144.7 di maggio.

Il dato – benche’ superiore alle stime degli analisti, concordi su quota 111,2 – dovrebbe dare una ragione in piu’ alle Federal Reserve per mantenere invariati i tassi d’interesse.

Le borse si trovano in un clima di sospensione in attesa della decisione sui tassi da parte della Federal Reserve: l’annuncio arrivera’ solo domani, durante la giornata conclusiva dei lavori del Federal Open Market Commitee (l’organismo della Fed che decide sulla politica monetaria).

Economisti e operatori sono pronti a scommettere che Alan Greenspan per questa volta lascera’ invariato il costo del denaro, riservandosi di analizzare l’andamento dell’economia nei prossimi mesi.

La preoccupazione maggiore della Fed, come piu’ volte sottolineato, riguarda il mercato del lavoro: Greenspan e’ convinto che un tasso di disoccupazione fermo ai minimi storici del 4%, sia troppo basso per garantire una crescita al riparo da spinte inflazionistiche.

La banca centrale Usa potrebbe quindi riservarsi di intervenire ulteriormente nel corso dell’anno sui tassi per cercare di spingere la disoccupazione alla soglia, definita di sicurezza, del 5%.

Sui listini intanto sono in rialzo il settore finanziario, trasporti, grande distribuzione, tabacco, farmaceutico, semiconduttori e biotecnologie. Perdono terreno il settore delle reti, telecomunicazioni, petrolifero, beni di consumo e software.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a New York:

Nel settore della telefonia, e’ andata definitivamente in fumo la fusione da $129 miliardi tra WorldCom (WCOM) e Sprint (FON) cosi’ com’era stata programmata. Il titolo WCOM e’ in rialzo di quasi il 5%, mentre Sprint e’ praticamente invariato.(vedi articolo WSI delle 11:05)

Nel settore delle ricerche di mercato, Media Metrix (MMXI), la societa’ che misura l’audience dei siti Web, ha annunciato l’intenzione di acquisire Jupiter Communications (JPTR), uno dei leader nel settore delle ricerche di mercato per la Nuova Economia. Il titolo Media Metrix perde il 10% mentre Jupiter e’ praticamente invariato.(vedi articolo WSI delle 07:51)

Nel settore aereo, EVA Airways, compagnia di bandiera taiwanese, ha deciso l’ordine di acquisto per 7 Boeing B777-200X e 8 B777-300X; il valore totale del contratto e’ di $3 miliardi. Questa mattina, inoltre, Boeing (BA) ha annunciato 900 licenziamenti nei prossimi due anni negli impianti californiani che producono i missili Delta come parte del processo di ristrutturazione della societa’. Il titolo Boeing perde quasi l’1%.(vedi articoli WSI delle 08:07 e delle 09:24)

Nel settore del commercio elettronico, Ariba Inc. (ARBA), societa’ che sviluppa soluzioni di e-commerce business-to-business, ha acquistato il SupplierMarket.com (B2B per le aziende) per $580,8 milioni in uno scambio azionario. Il titolo Ariba perde quasi il 2,5%.(vedi articolo WSI delle 08:30)

Nel settore dell’abbigliamento, Warnaco (WAC), la societa’ che produce sotto licenza i jeans e l’abbigliamento intimo firmati Calvin Klein, ha trascinato in giudizio lo stilista con l’accusa di “diffamazione e pratiche ispirate dalla malafede” oltre a “negligenza nei suoi compiti come designer”. Il titolo Warnaco ha invertito la tendenza e perde quasi il 2%.(vedi articolo WSI delle 08:40)

Nel settore telefonico, la Federal Communications Commission ha dato il via libera a QWest (Q) per la vendita delle attivita’ di telefonia a lunga distanza nella parte Ovest degli Stati Uniti, l’ultimo passo verso la fusione da $50 miliardi tra Qwest e USWest (USW). Il titolo Qwest perde il 5%, mentre USWest perde il 4,5%.(vedi articolo WSI delle 08:46)

Nel settore alimentare, General Mills (GIS), il secondo produttore americano di cereali, ha chiuso il quarto trimestre con utili in rialzo del 12%, al di sopra delle aspettative di Wall Street, grazie al forte aumento delle vendite. Il titolo General Mills e’ in rialzo dell’ 1%.(vedi articolo WSI delle 09:08)

Nel settore delle telecomunicazioni, Harmonic (HLIT) perde il 42% dopo che la banca d’affari CIBC World Markets ne ha diminuito il rating da “Buy” a “Hold”.(vedi articolo WSI delle 09:35)

Nel settore industriale, Siemens (SMAWY) perde quasi lo 0,5%. Questa mattina la societa’ ha annunciato la decisione di investire in Asia $1,5 miliardi nei prossimi tre anni.

Nel settore informatico, IBM (IBM) perde quasi il 3% dopo che la banca d’affari Merrill Lynch ne ha diminuito le stime sulla crescita del fatturato del secondo trimestre da 3% a 1%.

Nel settore elettronico, 3Com (COMS) perde quasi l’ 1,5%. La societa’ annuncera’ gli utili del quarto trimestre alla chiusura della seduta di borsa. Le aspettative sono per una perdita di 42 centesimi per azione.

Ne settore alimentare, Unilever (UN) perde quasi lo 0,5% dopo l’approvazione della Commissione Europea che da’ il via per la commercializzazione della margarina che abbassa il colesterolo. Uniliver intende vendere il prodotto entro la fine dell’anno. (vedi articolo WSI delle 10:11)

Nel settore automobilistico, General Motors (GM), partner di Fiat (FIA), ha intenzione di investire 30 miliardi di corone in Saab Automobile, raddoppiando la produzione (a 300 mila auto all’anno) e consolidando la Casa svedese ai primi posti nella produzione di auto di lusso. Il titolo GM guadagna quasi il 2%. (vedi articolo WSI delle 10:29)

Nel settore delle fotocopiatrici e macchine da ufficio, Xerox (XRX) ha annunciato un’alleanza strategica con Compaq Computer (CPQ) per la commercializzazione della sua nuova linea di stampanti a getto d’inchiostro. Il titolo Xerox segna una perdita di poco superiore allo 0,5%, mentre Compaq e’ in rialzo di poco inferiore all’1,5%.(vedi articolo WSI delle 11:18)

Nel settore delle biotecnologie, i realizzi di profittodi ieri hanno portato al ribasso Celera Genomics Group (CRA), che perde quasi il 10,5% e Human Genome Sciences (HGSI), che segna una perdita del 4,5%, i due istituti che sono riusciti a portare a termine l’operazione di mappatura. I ribassi hanno anche toccato Affymetrix Inc (AFFX), che segna una perdita del 5% e Millennium Pharmaceuticals Inc (), che perde 2%.(vedi articolo WSI delle 11:33)

Nel settore farmaceutico, Schering-Plough Corporation (SGP) e Merck & Co. (MRK) hanno annunciato che il loro accordo e’ stato approvato dagli organi di controllo federali americani. Il titolo SGP guadagna l’1,5%, mentre MRK guadagna lo 0,25%.(vedi articolo WSI delle 11:39)

Nel settore dei software per la grafica, Corel Corp. (CORL) segna un rialzo del 27,5% sull’annuncio di un accordo strategico con Hewlett-Packard (HWP).

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al New York Stock Exhange (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(MOT) Motorola, Inc. 10,217,900 31.125 +0.875 +2.89%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 9,910,300 27.375 +0.188 +0.69%;

(NOK) Nokia Corporation 8,648,900 52.250 -0.500 -0.95%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 7,846,200 27.813 +0.438 +1.60%;

(T) AT&T Corp. 7,724,100 33.375 +0.563 +1.71%;

(CNC) Conseco, Inc. 7,099,400 6.313 +1.250 +24.69%;

(SYB) Sybron International Corporation 5,781,700 16.750 -12.813 -43.34%;

(Q) Qwest Communications International Inc. 5,294,100 51.750 -2.500 -4.61%;

(AOL) America Online, Inc. 4,916,400 52.188 +0.313 +0.60%;

(GE) General Electric Company 4,777,400 49.250 -0.688 -1.38%.

Ecco di seguito le lista dei 10 titoli al Nasdaq (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(WCOM) WorldCom, Inc. 23,608,600 39.313 +1.813 +4.83%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 15,813,300 64.000 +1.188 +1.89%;

(HLIT) Harmonic Inc. 15,427,000 23.813 -17.000 -41.65%;

(DELL) Dell Computer Corporation 13,121,500 48.563 -0.438 -0.89%;

(CORL) Corel Corporation 11,816,100 4.594 +0.969 +26.72%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 9,651,000 65.688 +0.938 +1.45%;

(ERICY) Ericsson 8,147,200 19.625 -0.125 -0.63%;

(INTC) Intel Corporation 7,954,400 134.125 -0.063 -0.05%;

(MRVL) Marvell Technology Group 8,143,900 58.375 invariato 0.00%;

(ORCL) Oracle Corporation 7,388,600 81.875 -0.813 -0.98%.