Wall Street apre in rosso aspettando la fiducia del Michigan

16 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Esordio timidamente negativo per la borsa americana dopo l’ok arrivato ieri dal Senato alla riforma finanziaria che ora aspetta la firma del presidente Obama. Tra le novità principali la cosiddetta “Volcker Rule” ossia il divieto alle banche commerciali di investire per conto proprio in operazioni speculative, hedge fund o private equity oltre il 3% del proprio capitale. Sotto i riflettori le corporates, con i conti di GE, BoA e Citigroup risultati migliori delle attese. In focus Goldman Sachs sull’accordo transattivo con la Sec. Dal fronte macro i prezzi al consumo di giugno sono risultati nel complesso in linea con le attese del mercato mentre i flussi netti di capitale hanno registrato un saldo positivo a maggio. Si attende ora la fiducia dell’Università del Michigan preliminare di luglio. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,51% a 10306,93 punti, l’S&P500 un decremento dello 0,49% a 1091,16 punti ed il Nasdaq una minusvalenza dello 0,57% a quota 2231,7.