WALL STREET A DUE VELOCITA’, NASDAQ +2,5%

11 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Chiusura a due marce per Wall Street, con il Nasdaq che, grazie ai semiconduttori, mette a segno il terzo rialzo consecutivo della settimana, il quarto dalla seduta di venerdi’. Nel settore tecnologico si aspettano adesso i risultati trimestrali di Yahoo! (YHOO – Nasdaq).

Chiude in negativo invece il Dow Jones, che risente della giornata poco entusiasmante dei titoli del comparto della grande distribuzione, schiacciati dalle aspettative sul dato delle vendite al dettaglio in marzo, in calendario per giovedi’. Male anche i titoli del farmaceutico.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.902,41 (+2,72%), il Dow Jones a 10.019,65 (-0,82%), l’ S&P 500 a 1.166,46 (-0,16%) e il Russell 2000 a 449,25 (-0,57%).

Dopo una seduta all’insegna della volatilita’, chiude in rosso anche l’indice S&P 500, che nella prima parte della mattinata era arrivato a sfiorare l’importante soglia psicologica dei 1.200 punti.

A scatenare l’ondata di ordini d’acquisto che ha investito il tabellone elettronico sono stati i giudizi positivi sul settore dei semiconduttori, arrivati questa mattina dalla banca d’affari Salomon Smith Barney.

Secondo l’analista della casa di brokeraggio, Jonathan Joseph, la contrazione che ha investito il mercato dei chip in questi ultimi tempi e’ destinata ad esaurirsi gia dalla fine del 2001.

Il Philadelphia Semiconductor Index (SOX), l’indice piu’ rappresentativo del comparto, ha chiuso la seduta in rialzo di circa l’8%.

Tra i singoli titoli, si segnalano in particolare Intel (INTC – Nasdaq), che chiude con un guadagno dell’11%, e Applied Micro Circuits (AMCC – Nasdaq), che chiude con un balzo in avanti vicino al 20%.

“Il rally di questi giorni – commenta Richard Sichel, chief investment officer del fondo Philadelphia Trust Co. – dimostra che le cose stanno andando meglio di quanti molti si aspettavano. E’ evidente pero’ che le aziende cominceranno a annunciare una ripresa degli utili solo piu’ in la’ nel corso dell’anno”.

Se sul tabellone elettronico e’ tornato a splendere il sole, non altrettanto si puo’ dire per il mercato allargato. A guidare la flessione odierna sono stati in particolare la grande distribuzione e il farmaceutico.

L’S&P Retail Index-Rlx (RLX) ha terminato la seduta in calo dell’1,34%. Non bene anche i ‘big’ del comparto, compresi nell’indice Dow Jones Industrial Average.

Il titolo Wal Mart (WMT – Nyse) ha accusato una flessione superiore all’1%. Peggio ha fatto Home Depot (HD – Nyse) che ha chiuso in ribasso di quasi il 4%.

“I titoli ‘difensivi’ della Old Economy sono stati oggi sotto pressione – dice Bill Meehan, chief market analyst presso Cantor Fitzgerald – Tutta l’attenzione e’ stata rivolta oggi al settore high tech e in particolare ai produttori di chip”.

Sempre sul mercato allargato, si salvano i finanziari, che beneficiano dell’intervento degli analisti di Goldman Sachs sul rating del titolo Lehman Brothers, alzato da “Market Performer” a “Market Outperformer”.

Il titolo Lehman Brothers ha chiuso in crescita di oltre il 4,5%, mentre l’indice Amex Securities Broker/Dealer e’ salito del 3,3%.

Sul fronte macroeconomico, i prezzi dei beni importati negli Stati Uniti in marzo hanno registrato un ribasso dell’1,6%, contro la discesa dell’1,7%, riportata in febbraio.

Il calo di marzo rappresenta la piu’ grande flessione dei prezzi all’importazione degli ultimi otto anni ed e’ di gran lunga superiore alle attese degli analisti di Wall Street, che ipotizzavano una diminuzione intorno allo 0,1%. Il dato indica un ulteriore rallentamento delle tendenze inflazionistiche negli Stati Uniti.

Indicazioni piu’ attendibili sul fronte dei prezzi arriveranno gia’ da giovedi’, quando sara’ reso noto l’indice dei prezzi alla produzione (PPI) relativo al mese di marzo. L’aspettativa di Wall Street e’ di un balzo in avanti dello 0,1%, in linea con la variazione di febbraio.

Sui listini in generale, hanno mostrato una tendenza verso l’alto il settore semiconduttori, infrastrutture per le telecomunicazioni, finanziario, tempo libero, intrattenimento.

In calo invece il settore delle bevande analcoliche, sanitario, farmaceutico, tabacco e grande distribuzione.

Tra i titoli che oggi hanno strappato rialzi d’eccezione sulle borse americane:

1) Foilmark (FLMK – Nasdaq) +78,86%;
2) Ravenswood Winery (RVWD – Nasdaq) +64,78%;
3) New Frontier Media (NOOF Nasdaq) – +32,88%;
4) PXL Technology (PLXT – Nasdaq) +28,79%;
5) Finisar Corporation (FNSR – Nasdaq) +28,62%.

I ribassi si sono invece particolarmente accaniti contro:

1) MER Telemanagement Solutions (MTSL – Nasdaq) -26,92%;
2) Comdisco (CDO – Nyse) -26,05%;
3) Evercel (EVRC – Nasdaq) -25,80%;
4) Ceragon Networks (CRNT – Nasdaq) -24,71%;
5) Polydex Pharmaceuticals (POLXF – Nasdaq) -22,50%.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore della telefonia cellulare :

Il titolo Motorola (MOT – Nyse)
ha perso oltre lo 0,25%. Nella tarda serata di martedi’ il secondo produttore mondiale di telefoni cellulari ha annunciato i risultati trimestrali: ha chiuso i primi tre mesi del 2001 con una perdita per azione di 9 centesimi, superiore ai 7 previsti dagli analisti di Wall Street. Si tratta del primo risultato infelice per Motorola da 15 anni a questa parte.
(Vedi Motorola anticipa secondo trimestre negativo )

Nel settore del commercio elettronico:

Il titolo Amazon.com (AMZN – Nasdaq)
guadagna oggi quasi l’11%. Il principale sito di commercio elettronico del mondo ha siglato un accordo con la catena di librerie Borders Group (BGP – Nyse), per rilanciare il sito Internet Borders.com.
(Vedi Internet: Amazon, con Borders per Ecommerce )

Nel settore dell’ archiviazione dati:

Il titolo EMC Corp. (EMC – Nyse) ha subito una flessione di quasi il 6,5%, dopo che la societa’ ha annunciato di aspettarsi un utile trimestrale inferiore del 10% alle stime degli analisti. EMC ha inoltre dichiarato una contrazione dei ricavi, che dovrebbero crescere del 29% nei primi tre mesi dell’anno. La stima precedente indicava un incremento del fatturato compreso il tra 33% e il 38%.

Nel settore fotografico:

Il titolo Eastman Kodak (EK – Nyse) chiude la giornata rimanendo essenzialmente invariato. Questa mattina il leader dei prodotti per la fotografia ha comunicato di aver nominato presidente e amministratore delegato della societa’, l’ex dirigente di Lucent Technologies, Patricia Russo.

Nel settore motociclistico:

Il titolo Harley Davidson (HDI – Nyse) e’ in ascesa di quasi il 3%. La societa’ ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile per azione pari a 30 centesimi, in salita rispetto ai 26 centesimi per titolo di un anno fa.