Vaccini a Wall Street: come si stanno muovendo i colossi della finanza Usa

1 Settembre 2021, di Massimiliano Volpe

I colossi finanziari di Wall Street fremono per riportare tutti i loro banker in ufficio al più presto nonostante la nuova impennata di contagi negli Usa e la strada scelta per il ritorno alla normalità è quella di prevedere l’obbligatorietà dei vaccini.

Secondo quanto rilevato da Bloomberg, la maggior parte dei più grandi hedge fund, tra cui Millennium Management, Bridgewater Associates e Point72 Asset Management, hanno già richiesto la vaccinazione del personale statunitense prima di tornare in ufficio. Ma anche molte altre istituzioni finanziarie stanno andando in questa direzione.

Vaccini, cosa fanno banche e gestori a Wall Street

Per capire come si stanno muovendo con i vaccini le grandi banche d’affari e le società di gestione di Wall Street  ci ha pensato il sito ThinkAdvisor.com che ha raccolto le dichiarazioni rilasciate nelle ultime settimane.

1. Goldman Sachs
Già dallo scorso 10 giugno i dipendenti di Goldman Sachs sono tenuti a segnalare il loro stato di vaccinazione all’azienda. In caso contrario, si hanno conseguenze specifiche, ha riferito CNN Business. “Se non riferisci lo stato di vaccinazione a Goldman, il badge non funzionerà per entrare in ufficio”, ha dichiarato un portavoce della banca alla CNN Business.

2. Jefferies
Jefferies permette l’ingresso in ufficio solo ai dipendenti vaccinati, secondo un promemoria che l’amministratore delegato e il presidente dell’azienda hanno inviato ai dipendenti, a condizione che abbiano superato il periodo di attesa per la piena efficacia del vaccino. “Richiediamo che, dopo il Labor Day (lunedì 6 settembre), chiunque non sia completamente vaccinato continui a lavorare da casa”, riporta un promemoria diffuso dalla società.

3. BlackRock
Secondo quanto riportato dal New York Post BlackRock ha posticipato la data per il ritorno in ufficio dei dipendenti a seguito dei nuovi contagi alimentati dalla variante delta. BlackRock ha esteso il suo periodo di “ri-acclimatamento”, che inizialmente doveva andare da luglio ad agosto, al 1° ottobre, secondo il New York Post, che ha citato una nota interna.

4. Morgan Stanley
A New York Morgan Stanley sta impedendo a tutto il personale e ai clienti non vaccinati di entrare negli uffici. Tutti i banker che lavorano in edifici con una “grande presenza di dipendenti” dovevano confermare il loro stato di vaccinazione entro il 1° luglio, secondo una nota aziendale inviata ai collaboratori.

5. Vanguard
Uno dei più grandi gestori patrimoniali del mondo ha offerto ai suoi dipendenti 1.000 dollari per vaccinarsi. Tutti i 16.500 dipendenti di Vanguard negli Stati Uniti dovranno mostrare una prova della vaccinazione entro il 1° ottobre.

6. Wells Fargo
Secondo Business Insider, Wells Fargo esaminerà in modo confidenziale i suoi dipendenti statunitensi in merito al loro stato di vaccinazione. Secondo l’Associated Press Wells Fargo ha posticipato i suoi piani di ritorno in ufficio fino al 4 ottobre.

7. Putnam
Putnam Investments richiede che tutti i dipendenti che lavorano negli uffici dell’azienda siano completamente vaccinati. I dipendenti sono tenuti ad attestare il proprio stato di vaccinazione.

8. New York Stock Exchange
Il NYSE, la società che gestisce la borsa Usa, richiederà la vaccinazione a tutti coloro che accedono ai suoi uffici a partire dal 13 settembre. La decisione è valida per chiunque abbia accesso agli uffici del NYSE e American Options, comprese le aziende associate, i dipendenti e i fornitori.

9. American Century Investments
American Century Investments richiede ai dipendenti di essere completamente vaccinati per tornare a lavorare in ufficio, ha detto un portavoce della società a ThinkAdvisor in una e-mail. “Ciò consentirà all’azienda di mantenere un senso di comunità, continuità aziendale e di garantire la salute dei colleghi, delle loro famiglie e dei clienti”.