Usa: vendite di case con contratti in corso -1,6% in agosto

26 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nel mese di agosto, le vendite di case con contratti in corso degli Stati Uniti sono scese dell’1,6%. Il dato è stato migliore delle attese: gli analisti di Briefing avevano stimato un calo -2,3%, contro il -1,3% di luglio. Si tratta comunque della terza flessione consecutiva su base mensile.

Il dato – comunicato dalla National Association of Realtors – si riferisce alle vendite di case in base ai contratti che sono stati firmati. Le vendite vere e proprie, in senso ufficiale, si considerano tali entro uno o due mesi dall’apposizione della firma.

Il NAR ha motivato il trend con l’aumento dei tassi sui mutui e dei prezzi. “Guardando in avanti, prevediamo un livello inferiore di vendite di case esistenti, ma la scarsità di scorte in diversi mercati continuerà a sostenere al rialzo i prezzi”, ha commentato Lawrence Yun, responsabile economista dell’associazione.

Su base annua, la performance è positiva, con un rialzo delle vendite di case con contratti in corso in rialzo +5,8% nel mese di agosto.